All’isola del Vermentino si sfidano 200 etichette di vini

Share

Arrivano da tutta Italia in Sardegna, l’isola del Vermentino, le circa 200 etichette di vini Dop, Igp e Ig che da oggi a domani, al Poetto di Cagliari, parteciperanno alla seconda edizione del Concorso enologico nazionale riservato a questo vitigno. 
A giudicare i prodotti, nella terrazza dello stabilimento balneare ‘Il Lido’, sarà una giuria composta da tre tecnici degustatori e due degustatori esperti e giornalisti del settore enologico, suddivisi in diverse commissioni. I vini in gara devono contenere una percentuale minima di vermentino dell’85%. “Da uno studio dell’università di Bergamo”, ha evidenziato l’assessore alle Attività Produttive e Turismo del Comune di Cagliari, Alessandro Sorgia, “è emerso che il 70% dei turisti italiani, sceglie la destinazione in base ai prodotti enogastronomici che andrà a consumare sul posto. E qui abbiamo tutto quello che può promuovere al meglio il territorio”.
 “Dopo la prima edizione del 2017″, ha spiegato Mario Bonamici, presidente di APS Promo Eventi, “che si era tenuta a Monti e l’edizione internazionale del 2020, ora ci abbiamo riprovato nonostante le parecchie difficoltà legate al momento. Ma volevamo fare in modo che la Sardegna, ancora una volta, fosse al cento di un palcoscenico importante. Avevamo poco tempo a disposizione ma siamo riusciti a realizzare un mezzo miracolo anche grazie alla collaborazione delle aziende sarde che in particolare con una delegazione molto nutrita dalla Gallura, hanno partecipato”.
    “In Sardegna la crescita della produzione del Vermentino è stata esponenziale”, ha segnalato Ferdinando Secchi, dell’Ufficio di gabinetto della presidenza della Regione. “La parte del leone l’ha fatta la Gallura ma anche la provincia di cagliari si è difesa bene con numeri in crescita. In pratica in tutta l’Isola, la coltura del Vermentino è l’unica che ha un trend in aumento mentre tutte le altre sono in flessione e questo è un dato importantissimo sia a livello economico che di promozione turistica”.