Banco Bpm ha completato la cartolarizzazione npl da 1,5 mld

Share

 Banco Bpm (nella foto, l’a. d. Giuseppe Castagna) ha completato l’operazione di cartolarizzazione di un portafoglio di crediti classificati a sofferenza di importo lordo pari a 1,5 miliardi di euro di cui circa la metà unsecured. Nell’ambito dell’operazione di cartolarizzazione Credito Fondiario è Master e Corporate Servicer, mentre Special Servicer del Portafoglio sarà CF Liberty Servicing, la joint-venture tra Credito Fondiario e Banco Bpm. La cartolarizzazione è stata completata mediante l’emissione, da parte della società veicolo ‘Aurelia Spv ‘, di titoli senior per 342 milioni corrispondenti al 22,7% del valore lordo, di titoli mezzanine per 40 milioni e titoli junior per circa Euro 12 milioni. Per i titoli senior verrà richiesta la garanzia dello Stato (Gacs), la cui proroga è stata recentemente approvata dalla Commissione Europea. Con riferimento alle note mezzanine e junior, il 95% delle stesse sarà acquistato da società controllate dai fondi Elliott (il trasferimento verrà completato entro il 30 giugno 2021). Con il perfezionamento dell’operazione, le sofferenze lorde di Banco Bpm scendono a 2,1 miliardi, pari all’1,8% del totale crediti, e la banca raggiunge un Npe ratio lordo del 6,3%, in netta diminuzione rispetto al 24,1% del primo gennaio 2017.