Pupa lancia la nuova capsule collection con BabyK

Share

Pupa Milano ha scelto BabyK, protagonista delle Hit estive della musica italiana per lanciare la prima capsule collection legata al mondo della musica.

La cantante infatti sarà Direttore Creativo per l’ideazione di una linea di prodotti make-up in edizione limitata che porterà il suo nome. La capsule sarà composta da una palette di ombretti, un illuminante, un mascara, una matita occhi e due tinte labbra long lasting, tutto in linea con lo stile della cantante.

Il nome di ogni prodotto sarà ispirato all’estate e alle canzoni di BabyK. Anche per il pack il richiamo alla calda stagione è evidente, grazie alla scelta dei colori sgargianti e solari che vanno dal turchese all’arancione.

BabyK  ha affermato: «Ho ideato questa collezione con il supporto del team di Pupa ispirandomi alla sensazione di un’estate in cui ognuno può sentirsi una dea tropicale. Dalle nuance di colori ai finish sino ai nomi dei prodotti, questa collezione prende un divertente spunto dalle vibes della mia musica: fresca, colorata, sinuosa, scintillante. È stato estremamente divertente giocare con i colori e le formule create appositamente per farvi splendere, sperando che vi possano accompagnare nei momenti più hot di questa estate».

La collezione Pupa BabyK sarà disponibile a partire da metà giugno.

Cinzia Pirovano, Adv Manager di Pupa Milano, ha spiegato che BabyK sarà protagonista anche della campagna pubblicitaria a sostegno della capsule collection. «Abbiamo attivato una campagna social, digital video, Spotify e digital PR dove è stato coinvolto un nutrito parterre di influencer. Inoltre, siamo già in OOH in un circuito nazionale di maxi affissioni statiche e dinamiche», dichiara la manager.

La campagna per quanto riguarda la creatività è stata realizzata in-house, mentre per il centro media digital è stato scelto iProspect, recentemente diventata agenzia di riferimento per il planning online del brand a seguito di una consultazione all’inizio di quest’anno. L’affissione è stata invece gestita con Camelot, agenzia che ha coordinato il progetto con il management di BabyK.