Saliscendi / LaVerità

Share

Jeff Bezos

Insieme con il il fratello Mark sarà tra i primi turisti spaziali. I due si faranno lanciare il 20 luglio sulla navicella New Shepard. Indubbiamente la notizia è intrigante e ne copre altre, meno gradevoli per lui. Jeff non è più il più ricco del pianeta, ma… Plurimiliardari come lui, Elon Musk e Warren Buffet, versano al fisco americano esigue tasse sui redditi dei loro enormi patrimoni. A volte nulla.

Kim Jong-Un

Ha deciso di vietare i jeans e i film stranieri in Corea del Nord. I trasgressori finiranno in campo di concentramento o saranno condannati a morte. A maggio ha varato una legge per neutralizzare le minacce del «pensiero reazionario». Con sanzioni drastiche. Vietati anche i tagli di capelli «alla moda», i jeans attillati e le temutissime soap opera sudcoreane.

Gigio Donnarumma

Domani comincia il campionato europeo e la prima partita è tra Italia e Turchia. Abbiamo il portiere forse più bravo e famoso nel mondo, ma attualmente disoccupato! Gigio infatti ha detto no all’offerta del Milan per il rinnovo di contratto. Dopo una fase di stallo, tuttavia, sembrerebbe aver già chiuso un ricco accordo con il Paris Saint- Germain.

Antonio Conte

Ha vinto lo scudetto alla guida dell’Inter, impresa storica. Ma subito ha voluto defilarsi, insospettito dalle difficoltà finanziarie della proprietà cinese. È incontentabile? Anche il Tottenham – sembra – considera esagerate le pretese di Conte. Che certo troverà una squadra importante. Ma non gioverà alla sua immagine la fama di eterno ribelle e scontento.

Benedetto Vigna

Sarà il prossimo ad della Ferrari. Il curriculum: attualmente nella ST Microelectroni è responsabile del gruppo Analogici, Mems (Micro- electromechanical Systems) e Sensori, ovvero un grande business operativo nel 2020. Vigna, fortemente voluto da John Elkann, è membro del comitato esecutivo del gruppo ST. È laureato con lode in fisica all’università di Pisa.

Virginia Raggi

Indubbiamente è anche sfortuna: non può essere considerata la sola responsabile dell’alluvione piombata martedì su Roma, ma la sua popolarità precipita, a pochi mesi dall’elezione per il sindaco. Il violentissimo temporale si è abbattuto sulla Capitale, soprattutto nella zona Nord. Centinaia le chiamate di soccorso, furibondi i cittadini sui social.