Terna, firmato protocollo di intesa con i comuni della provincia di Reggio Emilia per la razionalizzazione della rete elettrica dell’area

Share

È stato firmato giorni fa dai Sindaci di cinque Comuni dell’Emilia-Romagna (Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia; Francesco Monica, Sindaco di Castelnovo di Sotto; Luigi Bellaria, Sindaco di Cadelbosco di Sopra; Emanuele Cavallaro, Sindaco di Rubiera; Carlo Perucchetti, Sindaco di Sant’Ilario d’Enza) e dal responsabile della gestione dei processi amministrativi di Terna, Adel Motawi un protocollo di intesa per la razionalizzazione della rete a 132 kV nell’area di Reggio Emilia.

L’intervento, da avviare in autorizzazione e per cui è previsto un investimento di 33 milioni di euro, rientra tra le principali opere programmate da Terna (nella foto, l’a. d. Stefano Donnarumma) in Emilia-Romagna, dove in base al Piano Industriale 2021-2025 nei prossimi 5 anni la società investirà circa 300 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica. Una volta completata, l’opera migliorerà la sicurezza e l’affidabilità del sistema elettrico dell’area e consentirà di connettere la nuova cabina primaria di Mancasale di proprietà E-distribuzione.

A fronte della realizzazione di circa 14 km di nuovi elettrodotti aerei e 25 km in cavo interrato, saranno demoliti 31 km di vecchi elettrodotti aerei non più funzionali al servizio di trasmissione e 129 tralicci, permettendo così di restituire oltre 60 ettari di territorio interessato da infrastrutture elettriche ormai vetuste. Nel complesso, l’intervento, che coinvolgerà nei lavori di realizzazione una trentina di imprese locali e 80 tra operai e tecnici specializzati, permetterà di smantellare più del doppio delle linee aeree realizzate con numerosi vantaggi in termini di diminuzione dell’impatto delle infrastrutture elettriche sul territorio, rendendo più sostenibile la rete elettrica soprattutto nelle vicinanze delle aree urbane.

Le opere principali del progetto consistono nella realizzazione dei collegamenti dell’elettrodotto 132 kV “Villa Cadè RT – Rubiera RT” alla futura cabina primaria di Mancasale e alla cabina primaria di Reggio Nord, del nuovo collegamento “Castelnovo di Sotto – Mancasale – Reggio Nord” che consentirà di dismettere l’attuale porzione di rete tra Castelnovo di Sotto, Reggio Nord e Reggio Via Gorizia ed infine di alcuni interramenti in contesto urbano.

La firma è frutto del costante e proficuo dialogo tra le amministrazioni locali, i cittadini e Terna, iniziato nel 2018, con l’obiettivo di individuare soluzioni progettuali condivise con il territorio e realizzare opere e interventi infrastrutturali volti alla tutela del paesaggio per rendere più moderno ed efficiente il sistema elettrico dell’area.