Rinnovo della patente 2021: dai costi alle visite, tutto quello che c’è da sapere

Share

Il governo, alla luce della pandemia di Covid-19, ha emesso un provvedimento che definisce i nuovi termini di validità delle abilitazioni alla guida e dei documenti necessari per il loro rilascio o conferma di validità

A causa dell’emergenza sanitaria, una nuova circolare emessa dal governo stabilisce che le patenti e fogli rosa scaduti o in scadenza restano in corso di validità fino al 29 luglio 2021 su tutto il territorio nazionale. Per chi dovesse invece fare il rinnovo o dovrà farlo nei prossimi mesi, ecco le informazioni principali.

Per sapere quando effettuare il rinnovo della patente, basta controllare la parte frontale della tessera. Al punto 4a è infatti indicata la data di rilascio della patente, mentre al punto 4b è indicata la prima scadenza. Il rinnovo della patente B si può effettuare già dal quarto mese antecedente alla data di scadenza indicata sul documento. Per sapere a chi rivolgersi per il rinnovo patente, ci si può recare direttamente presso una scuola guida oppure una delegazione ACI, alla Motorizzazione Civile o presso un ufficio ASL.

Se si decide di rivolgersi a una scuola guida, i costi per il rinnovo patente aumenteranno, ma i tempi burocratici saranno considerevolmente velocizzati. I costi fissi previsti sono: 10,20 euro da pagare al ministero dei Trasporti, 16 euro come imposta di bollo e infine 6,80 euro di spedizione tramite posta assicurata per ricevere a casa il documento. Una volta in possesso dei bollettini del rinnovo patente, che dovranno essere esibiti presso l’ufficio competente, ci si può recare presso la struttura sanitaria per effettuare la visita medica.

Oltre alla copia dei pagamenti, per il rinnovo della patente occorre anche il documento di identità e il codice fiscale, la patente da rinnovare e infine due foto tessere. Ai costi prima indicati bisogna poi aggiungere quello della visita medica, che è pari a 25 euro, mentre il pagamento dei diritti sanitari varia da regione a regione: da un minimo di 20 a un massimo di 50 euro.

Attenzione: nell’attesa della spedizione della nuova patente non bisogna temere di circolare con quella scaduta. Se, infatti, la visita medica ha dato esito positivo, viene rilasciato un documento sostitutivo della patente B. Con questo documento in carta semplice, consegnato direttamente dal medico al soggetto che si sottopone alla visita per il rinnovo della patente di guida, si potrà guidare senza incorrere in sanzioni fino al ricevimento postale di quello nuovo. Per ricevere la patente di guida rinnovata, di solito basta attendere 15 giorni dall’effettuazione della visita medica. In caso di ritardi si può contattare un numero verde per avere informazioni.





skytg24