Pietro Salini: Italia riparta dai giovani, innovazione e lavoro nelle infrastrutture

Share

“Qual è la cosa più bella che si può fare oggi come azienda? Investire sul futuro, coltivando le nuove generazioni ed investendo nelle università, ma soprattutto facendolo tutti insieme. Questo è il nuovo modello da adottare per contribuire a rendere l’Italia sempre più competitiva nel mondo”. Così Pietro Salini, nella foto, Amministratore Delegato del Gruppo Webuild, in occasione della Conferenza stampa di presentazione del nuovo Laboratorio di ricerca nato dalla collaborazione tra Webuild e l’Università di Genova, UniWeLab, un nuovo segnale di attenzione del Gruppo al territorio della Liguria, che riparte dai giovani. “Genova – ha proseguito Salini – è una città che ha un glorioso passato e che avrà un bellissimo futuro se questa generazione sarà in grado di operare per permetterle di diventare da terminale di merci a punto di origine della distribuzione di queste merci nel resto di Europa. Con l’alta velocità colleghiamo Genova con il resto d’Europa e a Milano con una metro ideale, permettendo che posti straordinari come questi, in cui arte bellezza e cultura hanno albergato per centinaia di anni, mantengano la loro spinta propulsiva. Dobbiamo dotare il territorio di occasioni per poter fare, e ce ne sono tante. Il nostro Paese ha un programma di infrastrutture che rappresentano una grande occasione per cambiare in meglio, e Webuild intende contribuire a fornire soluzioni creative per le esigenze del domani in modo sostenibile, la sfida del futuro che ci vede tutti in prima linea”. L’iniziativa di collaborazione con la Università di Genova rientra nell’ambito dei programmi di formazione, borse di studio e talent attraction per i giovani, che da anni Webuild realizza in partnership con molte università in Italia e nel mondo. Attività finalizzate all’orientamento professionale, alla selezione di profili di talento, al loro inserimento in cantieri in tutti i paesi in cui il Gruppo opera, e al tutoraggio per percorsi di carriera nel settore delle costruzioni, per rilasciare valore nei territori. Il Gruppo promuove inoltre partnership collaborative in tema di Ricerca & Innovazione, in un’ottica di Open Innovation, come dimostra l’esperienza di UniWeLab. Altri accordi sono stati realizzati con università italiane, come il Politecnico di Milano o la Università Bocconi, e con università di paesi di interesse per il Gruppo, come la University of Technology di Sydney e la University of Melbourne.