Flight Simulator punta in alto: confermato il supporto alla realtà virtuale

Share

Lʼimminente nuovo capitolo della saga di simulatori di volo di Microsoft promette di espandersi già dopo lʼesordio, con lʼintroduzione gratuita di una modalità in VR

Tra pochi giorni sarà finalmente il momento di Flight Simulator: il nuovo simulatore di volo realizzato da Microsoft con l’ausilio di Asobo Studio (già autori di A Plague Tale: Innocence) arriverà il prossimo 18 agosto su PC e offrirà agli amanti delle simulazioni un’esperienza coinvolgente, appagante e a tratti vicina all’idea di fotorealismo. Ma c’è di più: entro la fine dell’anno, il videogioco della casa di Redmond offrirà il supporto alla realtà virtuale.

Il supporto alla realtà virtuale era una delle caratteristiche più richieste da coloro che attendono Microsoft Flight Simulator, e la compagnia statunitense ha confermato che sarà introdotta nel simulatore di volo in concomitanza del debutto sul mercato di G2 Reverb, il visore VR di nuova generazione in arrivo da HP.

Flight Simulator sarà uno dei primi giochi a sfruttare le innovazioni: l’aggiornamento arriverà gratuitamente all’interno di un pacchetto che vedrà “delle aggiunte significative ogni mese”. Tra le novità, ci saranno anche l’introduzione e il perfezionamento del Track IR, il meteo dinamico basato sulle stagioni e la cabina di pilotaggio condivisa. Microsoft promette tuttavia che la modalità VR sarà estesa successivamente anche ad altri headset in realtà virtuale di recente produzione.

In futuro, ci sarà anche spazio per due update gratuiti (definiti “World” e “Sim”) che amplieranno ulteriormente l’offerta di gioco in attesa dei primi DLC a pagamento, che continueranno a espandere un gioco che fa del realismo e della bellezza grafica i suoi punti di forza.

TgCom24

Share
Share