FERPI, domani andrà in onda online l’Oscar di Bilancio

Share

Appuntamento online domani, 25 novembre, per l’edizione 2020 dell’Oscar di Bilancio che si terrà in streaming alle 17.30. Un momento di confronto prezioso che vedrà la partecipazione di figure di rilievo internazionale come Jesus López Zaballos, presidente EFFAS (European Federation of Financial Analysts Societies) e Chiara Del Prete, presidente EFRAG (European Financial Reporting Advisory Group).

Con 287 candidature questa edizione ha superato i risultati già molto positivi dello scorso anno (216 candidature): una grande partecipazione di organizzazioni di diversa dimensione e differenti settori. A dimostrazione che sono sempre di più le imprese che considerano il bilancio non solo uno strumento per rendicontare il passato, ma anche un mezzo per raccontare la missione e il futuro delle organizzazioni, con una sempre maggiore attenzione a migliorare la disclosure e la qualità delle informazioni fornite anche grazie a un linguaggio sempre più accessibile anche ai non addetti ai lavori.

Anche quest’anno la collaborazione delle associazioni partner è stata fondamentale sia nella fase di promozione che di partecipazione ai lavori delle Commissioni di valutazione – commenta Rossella Sobrero, presidente FERPI -. Con un così alto numero di candidature i commissari, che ringrazio per il grande impegno, hanno fatto un lavoro veramente straordinario. Siamo orgogliosi come FERPI di poter contribuire con l’Oscar di Bilancio alla diffusione della cultura della buona comunicazione e della trasparenza”.

Per la prima volta è stata inserita la categoria enti locali, con l’obiettivo di stimolare le amministrazioni comunali a intendere il bilancio come uno strumento anche di comunicazione per migliorare la relazione con i cittadini, rendendo più accessibili e trasparenti informazioni sulle risorse finanziarie che l’ente ha a disposizione, da dove provengono e come verranno impiegate al servizio della comunità.

Temi come la sostenibilità, l’etica, l’inclusione sono divenuti obiettivi centrali per le imprese. Si è compiuta negli anni una vera svolta culturale in cui si guarda a 360° all’impatto e al valore che le aziende creano rispetto a tutti gli stakeholders nel senso più ampio del termine, dagli azionisti ai consumatori finali, senza perdere di vista i lavoratori e il territorio – dichiara Gianmario Verona, Rettore Università Bocconi e presidente della giuria -. Eventi come l’Oscar di Bilancio si propongono di valorizzare questa nuova realtà, in cui le imprese con la comunicazione del proprio bilancio riflettono su una più ampia e consapevole narrazione di sé stesse.”

Si conferma dunque la tendenza a considerare il Bilancio come uno strumento di comunicazione a tutti gli effetti e un mezzo fondamentale per rafforzare le relazioni a tutti i livelli: sociali, istituzionali e industriali. Una riflessione che viene condivisa da un numero sempre crescente di PMI: sono 55 infatti i bilanci di piccole e medie imprese che la commissione di valutazione ha preso in esame per questa edizione.

In questo contesto va inquadrata anche la crescita costante della scelta di utilizzare la comunicazione digitale e multicanale per condividere il bilancio con un pubblico sempre più ampio.

“Borsa Italiana promuove l’Oscar di Bilancio che negli anni si è evoluto seguendo, in certi casi anticipando, la regolamentazione e le best practice in tema di rendicontazione e di comunicazione dei dati finanziari e non – aggiunge Andrea Sironi, presidente di Borsa Italiana -. Non sono cambiati i valori che lo ispirano, tra cui la trasparenza nella comunicazione come investimento per creare valore in azienda, mi sembra tutt’ora il più importante”.

Il 25 novembre l’evento di premiazione sarà coordinato da Luca Testoni, direttore di ETicaNews e si aprirà con i saluti del gruppo promotore dell’Oscar di Bilancio: Gianmario VeronaAndrea Sironi e Rossella Sobrero. Sono previsti anche i saluti di Giuseppe Sala, sindaco di Milano, e Fabrizio Sala, vicepresidente Regione Lombardia.

Seguirà la premiazione dei vincitori delle 7 categorie e dei 3 premi speciali.