Per Emiliano, la sanità “bisogna considerarla come un investimento”

Share

“Stiamo spingendo fortemente le scuole di specializzazione, finanziandone di nuove con decine e decine di milioni di euro. Abbiamo in qualche modo fermato così la diaspora di medici pugliesi che si andavano a specializzare in altre università. Poi abbiamo lanciato l’apertura di nuove facoltà di medicina, come accaduto già a Taranto. Ci auguriamo che questo possa avvenire anche in altri luoghi in Puglia”. Lo ha detto Michele Emiliano durante l’incontro con il ministro della Salute, Roberto Speranza, organizzato dall’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Bari, presieduto da Filippo Anelli.  
“Avere più laureati e facoltà di Medicina e più scuole di specializzazione sicuramente darà un sospiro di sollievo al sistema sanitario pugliese per far fronte alle sue esigenze. Noi ci auguriamo che il Recovery Fund e i soldi del Mes consentano finalmente l’inversione delle politiche sanitarie di tutte le regioni perché, mentre prima si pensava solo a risparmiare, adesso bisogna considerare la sanità pubblica come un investimento che crea benessere e attrazione di altri investimenti. Nei luoghi dove c’è buona sanità e poco inquinamento, tutti vogliono fare vacanza, tutti vogliono investire e aprire nuove attività economiche”, ha concluso il neo riconfermato presidente della Puglia.