Borsa: Europa resta in calo, Milano lima a -0,23%

Share

Pesano tensioni Usa-Cina su Covid, future Wall Street in rialzo

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Borse.jpg

Le Borse europee restano deboli a metà seduta mentre i future su Wall Street si confermano in rialzo nell’attesa del discorso, stasera del presidente della Fed. A pesare sono le rinnovate tensioni tra Stati Uniti e Cina con il presidente Donald Trump che ha lanciato a Pechino una nuova accusa sulla diffusione del coronavirus.

Lo Stoxx 600, l’indice d’area europeo, lascia sul terreno oltre mezzo punto con le vendite che frenano in particolare finanza, energia e titoli legati all’informatica. Tra le singole Piazze Londra perde lo 0,73% mentre il mercato immobiliare britannico paga ad aprile l’effetto lockdown. Parigi cede lo 0,96%, Francoforte l’1,36% con il pmi manifatturiero salito a maggio sotto le attese. Milano segna un -0,23% con il Ftse Mib a 17.173 punti. In evidenza Nexi (+8,55%) con Bloomberg che segnala la ripresa di colloqui con Sia per una fusione. Corre anche Autogrill (+6,55%) i cui ricavi hanno risentito del Covid e valuta forme di finanziamento governative. Giù Generali (-2,6%) dopo la trimestrale.


ANSA