Jojob, auto condivisa soluzione per emergenza

Share

Car pooling abbassa rischio contagio e riduce emissioni

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Gerard-Albertengo1.jpg

Con la Fase 2 e il ritorno negli uffici e nelle aziende il tema della mobilità casa-lavoro diventa cruciale dal punto di vista sanitario e ambientale.
Nasce da qui la proposta di carpooling aziendale, in due persone per auto, di Jojob: condividendo un’auto – spiega – si evita di sovraccaricare i mezzi pubblici e si abbassa il rischio contagio, si risparmia denaro e si emettono meno CO2 e particolato.

Jojob, servizio che offre alle aziende uno strumento di welfare dal punto di vista della mobilità, prevede equipaggio di due persone, sedute una davanti e una dietro e dotate di dispositivi di sicurezza adeguati (guanti e mascherine), con l’invito di sanificare con regolarità l’abitacolo e di creare degli equipaggi fissi. Per incentivare questo tipo di mobilità, fino alla fine di giugno il servizio sarà messo a disposizione gratuitamente per le aziende e i dipendenti che ne faranno richiesta. “Il problema del contagio sui mezzi di trasporto esiste, ma possiamo mettere in atto soluzioni pratiche ed economiche in grado di ridurre i rischi nella tratta casa lavoro”, spiega Gerard Albertengo, amministratore delegato e fondatore di Jojob. “Crediamo che il carpooling, in due persone per auto, sia la miglior soluzione, da integrare con il trasporto pubblico, per garantire una mobilità sicura ed efficiente in questa fase”.


ANSA