Perché l’oro è balzato sui livelli del 2012?

Share

Il prezzo dell’oro è tornato ad avanzare vistosamente: i motivi dietro al balzo della quotazione

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è oro-scaled.jpg

Il prezzo dell’oro ha imboccato prepotentemente la via del rialzo arrivando a toccare i livelli registrati nell’ottobre del 2012.Diversi gli elementi che hanno permesso alla quotazione dell’oro giallo di correre in una giornata particolarmente positiva per le materie prime più monitorate del mercato: anche il petrolio ha premuto sul pedale dell’acceleratore riportandosi (la quotazione del WTI) sopra i $30 al barile.

Ma cosa ha permesso al prezzo dell’oro di continuare a macinare guadagni nella prima giornata della nuova settimana?

L’impennata della quotazione, riportatasi oltre i $1.770 l’oncia, ha trovato ragion d’essere in diversi ordini di motivi, primo fra tutti il continuo e progressivo peggioramento delle reazioni tra gli Stati Uniti e la Cina.

L’escalation della tensione, nata sulla scia delle accuse riguardanti l’origine del coronavirus, è stata tale da portare nuovamente a parlare di guerra commerciale. Il prezzo dell’oro, come di consueto, ne ha tratto beneficio.

Dopo le accuse iniziali e le minacce di nuovi dazi, il Dipartimento del commercio USA ha scelto di inasprire le restrizioni contro la cinese Huawei, e i commenti di Pechino non sono tardati ad arrivare. La decisione di limitare l’accesso della società alle catene di rifornimento di microprocessori è stata definita dannosa oltre che arbitraria. L’ipotesi di retaliation non è sembrata più così lontana.

Anche i timori riguardanti una nuova ondata di contagi da coronavirus hanno contribuito a rafforzare il ruolo di asset rifugio e ad incrementare il prezzo dell’oro.

A quest’ultimo però non sono neanche sfuggiti gli ultimi commenti di Jerome Powell, presidente Fed, sullo stato dell’economia americana, oltre che i dati macroeconomici a stelle e strisce, che hanno alzato il velo sul tracollo delle vendite al dettaglio e sul tonfo della produzione industriale.

Al momento in cui si scrive, il prezzo dell’oro sta salendo di circa un punto percentuale oltre i $1.772.

money.it