Macchine 4.0 per packaging sostenibile

Share

Senzani Brevetti coniuga innovazione e sostenibilità

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è packaging-sostenibile-grand.gif

Macchinari per il packaging ad elevate performance e sostenibili.
E’ questa la risposta dell’azienda Senzani Brevetti ad una crescente richiesta di sostenibilità ambientale e innovazione da parte del settore degli imballaggi. Fondata più di 60 anni fa a Faenza, l’azienda è attiva nella produzione di macchinari industriali e tecnologie per l’imballaggio automatico, settore in cui “i clienti chiedono macchine per innovare – si legge in una nota – ottenere più efficienza e allo stesso tempo consumare meno energia, materia prima e risorse”.
Senzani risponde a queste necessità utilizzando per le sue macchine le tecnologie Schneider Electric, in particolare, una piattaforma che permette di integrare diversi sistemi, ad esempio, automazione ed energia.
La presenza di “motori ad altissima efficienza, drive capaci di riutilizzare l’energia, che normalmente sarebbe dissipata e quindi perduta, permettono di creare macchinari che risparmiano preziose risorse”.
L’azienda inoltre implementa processi di confezionamento basati su materiali riciclabili, come carta e cartone, riducendo l’utilizzo di sostanze adesive e azzerando quello di materiali plastici.
Su queste macchine è possibile integrare anche servizi digitali attraverso app, analytics e l’uso di realtà aumentata, consentendo ai manutentori di lavorare in modo più rapido ed efficiente.

Ansa.it

Share
Share