Giro di valzer, le terme di Caramanico riapriranno lunedì

Share

(di Tiziano Rapanà) Giro di valzer sabatino con la lettura dei giornali. Nulla di nuovo sotto il sole, nei quotidiani e nei settimanali. Il caldo è presente ma non ossessivo. Il problema è l’umidità, che soffoca e non lascia tregua. Fortuna che qui al bar ho trovato un po’ di refrigerio in una zona d’ombra. Di Più propone un’intervista al santo patrono dei settimanali, Al Bano. Ogni qualvolta appare lui, le vendite dei giornali aumentano. Cosa dice Al Bano nell’intervista realizzata da Francesco Cordella? Niente di particolare, l’artista canta sempre il solito ritornello: è un uomo di pace, che vuole bene ad entrambe le sue ex ma non è innamorato né di Romina né di Loredana. Al Bano, dunque, è single anzi “strasingle”. Signore care, però, non vi illudete: Al Bano non è un tipo da botta e via, eppoi non si innamora facilmente. “Certo, ho qualche corteggiatrice”, confida il nostro, “ma non sono tipo da relazioni passeggere”. Nient’altro? Sì, tutto qua oltre alla solita storia incresciosa dell’Ungheria – forse ricordate l’inserimento dell’artista nella black list ungherese – e altre notizie di natura familiare. Il meglio Di Più lo dà con la lettera aperta di Carmen Di Pietro al primogenito Alessandro di 18 anni. Vi invito ad andare in edicola, per comprare la rivista e leggerla. Uno spasso. Dice, in soldoni, le cose che tutte le mamme dicono a loro figli raggiunta l’età dell’indipendenza: sei grande, puoi trovare un lavoro e andare a vivere da solo; così impari a conoscere l’importanza del sacrificio. Una mamma normale dice le cose in privato, all’interno del contesto casalingo. Carmen Di Pietro sente invece il bisogno di scrivere una lettera aperta, raccontando i fatti propri al grande pubblico. Era necessario? Forse no, ma la lettera è molto divertente. Gli altri giornali inzuppano il biscotto sull’affaire Savorini e i presunti aiuti russi, non ne parlo, perché ho sorvolato con la lettura: la faccenda mi annoia. Buone notizie da Caramanico Terme. Finalmente la struttura termale riaprirà lunedì. Ad affermarlo ai microfoni di Rete8, una bella ed importante emittente abruzzese, l’assessore regionale alle attività produttive e al turismo, Mauro Febbo. “Abbiamo evitato il peggio”, ha dichiarato l’assessore alla giornalista Anna Di Giorgio. Febbo ha riconvocato, per il 18 luglio, in assessorato il tavolo di crisi con la società che gestisce le Terme, il sindaco e le parti sindacali per monitorare l’avvio e il prosieguo della stagione termale. Sempre in Abruzzo, i sindaci dei comuni colpiti dal maltempo di qualche giorno fa – immagino ricordiate  la forte grandine che ha fatto danni e feriti a Pescara – hanno sollecitato il presidente della regione Marco Marsilio affinché chieda lo stato di emergenza. I meteorologi dicono che, oggi e domani, il maltempo voglia farci visita. Io non ci spero però, non mi spiacerebbe assistere all’arrivo di una debole  pioggerellina che attenui il caldo e l’umidità.

tiziano.rp@gmail.com

Share
Share