Newsguard promuove Agi: l’agenzia di stampa è prima per credibilità e trasparenza

Share

Dopo aver vagliato più di 2mila siti negli Stati Uniti prima di sbarcare nel Regno Unito, e da oggi anche in Italia, NewsGuard redazione americana che certifica l’attendibilità dei media online, ha recensito oltre il 70 per cento delle notizie online in Italia promuovendo Agi Agenzia Italia, unico caso tra le agenzie di stampa in Italia, con bollino verde in tutte e 9 le categorie prese in esame.

Come è possibile da un lato difendere e valorizzare il giornalismo di qualità e dall’altro garantire ai lettori l’affidabilità delle notizie che si trovano online? Mettendosi a “guardia delle notizie”. Almeno è quello che hanno pensato Steven Brill e Godon Crovitz, quando circa un anno fa hanno dato vita alla startup NewsGuard che si propone di analizzare la credibilità e la trasparenza dei siti di notizie e di informazione.

NewsGuard utilizza un approccio giornalistico per combattere le notizie false e la disinformazione. I meccanismi di funzionamento sono quelli di un giornale: ci sono riunioni di redazione, si selezionano i siti da prendere in considerazione, li si analizza e si condividono i risultati. L’analisi prevede la realizzazione di una scheda informativa quanto più possibile dettagliata sul sito preso in considerazione e la verifica del rispetto di nove parametri, divisi in due macro aree: credibilità e trasparenza.

“Il panorama dell’informazione italiana non esce male nel complesso dall’analisi di NewsGuard. La stragrande maggioranza dei siti di informazione rispettano i nostri criteri di attendibilità e correttezza, ma non si tratta di pagelle, piuttosto di indicazioni su come migliorare qualità e trasparenza dell’informazione online”. Giampiero Gramaglia, giornalista, ex direttore dell’Ansa e oggi consulente senior di NewsGuard di cui è membro del comitato di consulenza, metodi e criteri usati dalla società che, attraverso un team di giornalisti basati a New York, ha analizzato finora circa 120 siti di informazione italiana, circa il 70% del panorama informativo presente su Internet.     

“La prima domanda che ci siamo posti con Riccardo Luna, quando arrivammo alla direzione di Agi è stata: che cosa è una agenzia? L’agenzia è la prima e più ampia fonte di approvvigionamento di informazioni e notizie per i media, suoi clienti storici. Ha ancora un ruolo? Sì, in un’epoca attraversata da una crisi strutturale del modello di business dell’editoria, l’agenzia ha più che mai il compito di facilitare colleghi e editori a ritrovare punti di equilibrio tra qualità dell’offerta informativa ai lettori e conto economico.  Quindi? Quindi ci siamo dati il primo obiettivo, che abbiamo individuato in un valore per noi non negoziabile, senza il quale tutto quello che avremmo fatto non avrebbe avuto alcun valore: la verità conta .  Due semplici parole cariche di valore: per ricordarcele tutte le mattine le abbiamo inserite come pay off sotto la testata del sito e in tutte le nostre campagne di comunicazione.” ha dichiarato Marco Pratellesi, condirettore di Agi.

“Siamo felici di essere certificati come la prima fonte attendibile di informazione primaria in Italia. Combattere le notizie false, ovunque esse dispieghino il loro ingannevole potenziale, creare una migliore esperienza online per i lettori, contribuire a una discussione civile e informata che è la base di ogni decisione consapevole è il nostro compito. La verità conta. Non è solo la parola d’ordine che ci siamo dati qui all’Agi: è la base fondante di ogni giornalismo che non voglia rinunciare alla propria missione e rilevanza. Perché la verità conta ed è, e resta, al centro del lavoro del giornalista” ha commentato Riccardo Luna, direttore dell’Agenzia Italia.

Agi.it è l’unico sito di informazione italiana a rispettare tutti e 9 i criteri di credibilità e trasparenza di NewsGuard. 

 

CREDIBILITA’

·         Non pubblica ripetutamente notizie false
·         Raccoglie e presenta informazioni in modo responsabile
·         Gestisce la differenza tra notizie ed opinioni in modo responsabile
·         Non pubblica titoli ingannevoli

 

TRASPARENZA

·         Il sito fornisce informazioni riguardanti il suo assetto proprietario e i suoi finanziamenti
·         Segnala in modo chiaro la pubblicità
·         Il sito indica i nomi dei responsabili e tutti i possibili conflitti di interesse
·         Fornisce informazioni sugli autori dei contenuti del sito

Share
Share