Zuckerberg ancora nell’occhio del ciclone per la strage di ChristChurch: “il suo silenzio è assordante”

Share

“E tu Mark non hai niente da dire?”. A quattro giorni dalla strage di Christchurch, tramessa, per sommo orrore, in diretta Facebook, il Guardian pubblica un durissimo editoriale nel quale si chiede perché Zuckereberg non abbia ancora commentato la cosa e non si sia ancora espresso circa il fatto che la sua piattaforma sia stata usata per dare maggiore eco ed efficacia a un crimine orrendo. “Più di quattro giorni dopo, la domanda da $ 64 miliardi (è quanto vale il signor Zuckerberg) è questa: che cosa hai da dire per te, Mark? Sembra che tu sia occupato, e invece hai inviato un sottotenente per fare le riflessioni e le preghiere e “impegnato a contrastare l’incitamento all’odio e la minaccia del terrorismo online – scrive Toby Manhire sui Guardian -. Sei rimasto in silenzio, proprio come lo eri quando  i rappresentanti di nove paesi ti hanno chiesto risposte sul pericoloso impatto di Facebook sulla democrazia”.

Luciana Grosso, Business Insider Italia

Share
Share