Banksy rimpiange distruzione incompleta

Share

Misterioso artista rivendica idea del congegno trita-documenti

Banksy rivendica apertamente di aver inserito lui un congegno tritadocumenti nella cornice della ‘Bambina col Palloncino‘, la sua opera autodistruttasi parzialmente nella sorpresa generale a una recente asta di Sotheby’s dopo che era stata aggiudicata per ben un milione di sterline. E, anzi, lascia intendere d’essere dispiaciuto che la distruzione non sia stata totale. Il misterioso ‘writer‘ britannico ha diffuso ieri sera un video al riguardo sul suo website. Video nel quale mostra immagini della realizzazione del congegno e del suo inserimento nella cornice, in vista di quello che evidentemente avrebbe dovuto essere un nuovo gesto di ribellione contro la commercializzazione dell’arte. “Nelle prove ha funzionato bene tutte le volte…”, commenta a un certo punto, come a voler esprimere rimpianto per quanto accaduto da Sotheby’s: dove invece l’aggeggio si è bloccato a metà tagliando a striscioline solo una parte della ‘Bambina col Palloncino’. Un risultato che di fatto ha finito per accrescere il valore dell’opera: ribattezzata ora ‘L’Amore è nel Cestino’, già mostrata con successo da Sothebys’s al pubblico di Londra e che l’anonima collezionista acquirente ha fatto sapere alla fine di essere ben felice di tenersi stretta.

Ansa

Share
Share