Facebook lancia il suo primo dispositivo smart. Ecco Portal

Share

Due tablet per chattare e videochiamare ma anche per ascoltare musica e guardare video. Dotati di assistente personale di Amazon, Alexa, arriveranno il prossimo mese sul mercato americano a 199 e 349 dollari. Dopo la stessa Amazon, Google e Apple, anche il social network entra nel mondo dei apparecchi per la casa gestiti dalle Ai

Mancava solo Facebook. Il social network arriva per ultimo nel campo dei dispositivi intelligenti per la casa dopo Amazon, Google e Apple, ma ne ha realizzato una sua versione fuori dal coro. Portal e Portal+ sono dei tablet con telecamera pensati in primo luogo per chattare e videochiamare. Basta dire: “Hey Portal, chiama…”, aggiungendo il nome del contatto, per cominciare la conversazione. Con tanto di realtà aumentata per aggiungere camuffamenti vari ed emoji durante la chiacchierata. I due apparecchi possono però anche trasmettere la musica in streaming di Spotify, Pandora e Amazon music e video da Facebook Watch, come fanno gli attuali altoparlanti intelligenti. Ma la vera sorpresa è l’uso dell’assistente digitale di Amazon, Alexa, che da due anni si sta diffondendo in maniera capillare su apparecchi di ogni genere e marca arrivando ora perfino sui primi targati Facebook. La mossa è giudicata interessante dagli analisti: un conto è vedere Alexa fare capolino sulle automobile di nuova generazione o altoparlanti costruiti da case storiche dell’hi-fi, un altro è l’uso da parte di un altro colosso del digitale. Anche se fra le “nuove chiese del Web”, come le chiama lo scrittore Bruce Sterling, Facebook alla fine è quella che ha meno punti di frizione con Amazon. L’azienda guidata da Mark Zuckerberg sta già accettando i preordini con consegne previste a partire dal mese prossimo. Portal, con schermo da 10 pollici, costa 199 dollari. Portal+, con schermo da 15,6 pollici, arriva a 349 dollari. Facebook dovrà farsi strada in un mercato che nel 2018 dovrebbe toccare quota 6,7 miliardi di dollari per arrivare a 23,5 miliardi entro il 2023. Attualmente, calcola Strategy Analytics, nel mondo degli altoparlanti intelligenti Amazon è in testa con una quota di mercato del 34,2% seguita da Google con il 22%.

Chissà se i consumatori si fideranno di Facebook, alla luce dello scandalo di Cambridge Analytica e della recente intrusione di hacker a danno di 50 milioni di profili. A tutela della privacy, fa sapere l’azienda, i due Portal sono dotati di un bottone per spegnere videocamera e microfono (come già accade sui modelli dei concorrenti) e di una cover per coprire la lente della videocamera.

Portal, per inciso, è anche il titolo di uno dei videogame più visionari e noti della statunitense Valve. Il gioco, realizzato da un team di programmatori partendo da un progetto universitario, era un viaggio attraverso gli ambienti di un centro di ricerca uniti da porte spazio temporali. La protagonista veniva guidata da un’intelligenza artificiale. Ma è probabile che ogni riferimento sia del tutto casuale.

Jaime D’Alessandro, Repubblica

Share
Share