Facebook è sempre più inguaiato per via del datagate. Leggete gli aggiornamenti sul disastro in corso

Share

Non si placa lo scandalo datagate che ha investito Facebook che ieri 27 marzo ha fatto crollare le azioni a Wall Street, trascinando al ribasso anche gli altri titoli tecnologici. A farne le spese è soprattutto Twitter che a fine giornata ha mostrato una perdita a due cifre. Giornata pesante anche per Google (Alphabet), Microsoft, Amazon ed Apple.

Dopo le richieste dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e la convocazione di Tajani al Parlamento UE anche la Commissione Europea vuole vederci chiaro.

Bruxelles ha chiesto al gigante del web di fornire chiarimenti sulle questione. La richiesta è contenuta in una lettera inviata dal Commissaria europeo Vera Jourova che dà due settimane di tempo per sapere se sono stati utilizzati i dati personali dei cittadini europei e vuole capire in che modo i dati degli utenti di Facebook siano stati “spiati” senza consenso.

Il patron di Facebook Mark Zuckerberg potrebbe testimoniare davanti al Congresso degli Stati Uniti. Lo riporta la CNN che spiega che il numero uno del più famoso social network al mondo potrebbe comparire a Washington entro qualche settimana.

Teleborsa

Share
Share