Arrivano gli sconti sugli aerei e treni, per chi va a votare

Share

Elezioni sempre più vicine. Domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23, oltre 50 milioni di cittadini italiani (24,8 milioni maschi e 26,4 milioni femmine, più 4,2 milioni di elettori residenti all’estero) saranno chiamati alle urne per rinnovare il Parlamento, esprimendo il proprio voto per Camera e Senato.

Si vota per la prima volta con il Rosatellum, sistema elettorale per un terzo maggioritario e per due terzi proporzionale. Per favorire gli spostamenti, è stata pubblicata dal ministero dell’Interno una circolare (13/2018 ) con i dettagli sulle tariffe per chi si recherà a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale in vista delle Politiche e delle Regionali in Lombardia e Lazio.

Come fare – Le agevolazioni sono applicate dagli enti e/o società che gestiscono i servizi di trasporto ferroviario, aereo, marittimo e su reti autostradali. Nella circolare della direzione centrale dei Servizi elettorali “sono indicati i termini temporali per chiedere le agevolazioni e le modalità per ottenerle, sia per gli elettori residenti in Italia che per quelli residenti all’estero”, ricorda il ministero.

La tessera – “Entrambe le categorie di elettori – si legge – dovranno esibire durante il viaggio di ritorno, in caso di verifiche sui biglietti o pedaggi, oltre al documento di riconoscimento la tessera elettorale vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o una dichiarazione del presidente del seggio che attesta la avvenuta votazione”.

Adnkronos

Share
Share