Borsa Milano debole assieme agli altri Eurolistini in attesa della Fed

Share

Apertura debole per le borse europee e Piazza Affari, dopo la performance negativa dei mercati asiatici, che hanno ritracciato dai nuovi record astorici.
I temi dominanti restano la riunione del FOMC, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve, e le incertezze per Apple, dopo le ripetute voci di un flop dell’iphone X. Due tematiche che saranno sciolte a breve, visto che la Fed annuncerà domani le decisioni di politica monetaria e, lo stesso giorno, Apple pubblicherà i conti del 4° trimestre. Intanto, il biglietto verde recupera terreno, con il cross Euro / Dollaro USA che segna un calo dello 0,26%. In fase di correzione anche il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che perde l’1,1% a 64,84 dollari per barile. Lieve calo dello spread, che scende a 133 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,00%. Tra le principali Borse europee giornata fiacca per Francoforte, che segna un calo dello 0,42%, Londra è stabile, riportando un +0,08%, mentre viaggia in rosso Parigi, che scambia con un -0,23%. Si muove in frazionale ribasso anche Piazza Affari, con il FTSE MIB che sta lasciando sul parterre lo 0,29%. Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, su di giri Telecom Italia (+2,05%). Bene il lisso con Luxottica che avanza dello 0,94% e Ferragamo in progresso dello 0,51%.
Fra i peggiori di oggi Saipem, che cede l’1,61%. Debole anche CNH Industrial, con un decremento dell’1,23%, in attesa dei risultati di periodo. Fra i finanziari si concentrano le vendite su Unipol banca, che soffre un calo dell’1,13%, seguita da BPER, che registra un ribasso dell’1,03%.

Il Messaggero

Share
Share