Tencent Music posticipa la quotazione da 30 mld

Share

Tencent Music Entertainment Group ha deciso di posticipare la sua quotazione in Borsa almeno fino a novembre a causa del periodo di vendite sui mercati globali.

Lo hanno detto a Dow Jones Newswires fonti a conoscenza dei fatti, puntualizzando che la società ha scelto di mettere in pausa una delle più grandi ipo negli Stati Uniti di quest’anno, non di cancellarla.
I vertici della compagnia di streaming musicale si sono incontrati questa settimana con il team dei sottoscrittori per discutere della fascia di prezzo che Tencent Music avrebbe fissato per la quotazione. Il board, temendo però che le turbolenze sui mercati potessero impattare sull’ipo, ha deciso di aspettare alcune settimane.

La società guidata da Cussion Pang avrebbe dovuto dare il via al roadshow la prossima settimana e avrebbe dovuto debuttare in Borsa il 22 ottobre, ha precisato una della fonti vicine al dossier.

Secondo le prime stime degli addetti ai lavori la domanda da parte degli investitori sarebbe stata probabilmente forte, con Tencent Music che si aspettava una valutazione tra 25 e i 30 miliardi di dollari (21,6-25,9 mld di euro).

Le valutazioni delle ipo però sono molto volatili e visto il clima di avversione al rischio sui mercati i vertici della società hanno preferito non fissare un prezzo, aspettando un momento migliore per procedere con lo sbarco a Wall Street.

Da inizio anno si sono quotate negli Usa 193 aziende che sono riuscite a raccogliere 52,7 miliardi di dollari (45,5 mld di euro), in aumento del 46% rispetto allo scorso anno, secondo i dati raccolti da Dealogic.