Uber e Toyota insieme per progettare il taxi a guida autonoma

Share

Un accordo multimilardario che potrebbe rivoluzionare il mercato dei servizi auto e sharing dei prossimi decenni. Toyota investe 500 milioni di dollari in Uber Technologies nell’ambito di un accordo tra le due società per sviluppare auto a guida autonoma. Lo ha annunciato la casa automobilistica giapponese. L’accordo, che attribuisce a Uber un valore di 72 miliardi di dollari, punta «a sviluppare e a portare sul mercato vetture autonome per il ride-sharing come servizio di mobilità su larga scala», ha dichiarato Toyota in una nota. Il gruppo giapponese aveva investito in Uber nel 2016. Le tecnologie per l’auto senza guidatore delle due società saranno integrate in vetture Toyota costruite ad hoc per il parco Uber di ride-sharing. Il lancio pilota è previsto nel 2021. «L’accordo è il primo di questo genere per Uber e segnala il nostro impegno a portate tecnologie di classe mondiale nel nostro network», ha commentato il Ceo di Uber, Dara Khosrowshahi. Uber aveva sospeso il suo progetto per la guida autonoma dopo l’incidente dello scorso marso nel quale una donna è stata uccisa da un auto senza guidatore in Arizona. Il mese scorso la società di San Francisco aveva fatto ripartire i test sulla guida autonoma ma con un autista al volante.

Isidoro Trovato, Corriere.it