Erg, il cda ha approvato il piano industriale 2018-20222

Share

Luca Bettonte, a.d. Erg

Via libera dal Consiglio di Amministrazione di ERG al Piano industriale 2018-2022 che prevede investimenti totali per 1,68 miliardi di euro (di cui 1,56 miliardi circa per la crescita e 117 milioni di mantenimento).

Il margine operativo lordo (EBIDTA) di gruppo è atteso a 560 milioni nel 2022 (+18%), mentre la Posizione finanziaria netta pari a 1,2 miliardi di Euro a fine 2022,” grazie ad una forte generazione di cassa operativa già al netto di oneri finanziari, tasse e variazioni del capitale circolante”, si legge nella nota

Politica dei dividendi: dividendo ordinario in aumento a 0,75 euro per azione sostenibile nell’arco di piano, e un dividendo straordinario legato alla cessione di Total Erg pari a 0,40 euro per azione, pagato nel 2018.

Gli obiettivi nel periodo di Piano sono: incrementare il portafoglio di generazione di circa 850 MW. In focus l’efficienza operativa sia attraverso l’internalizzazione dell’O&M, completata in Italia ed in corso in Francia e in Germania, che attraverso lo sviluppo della manutenzione predittiva, finalizzata a migliorare la disponibilità degli impianti e ad allungarne la vita utile.

Il Consiglio di Amministrazione di ERG ha anche approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2017 che si è chiuso con ricavi della gestione caratteristica pari a 291 milioni, in aumento rispetto ai 268 milioni del 2016.

Il margine operativo lordo recurring si attesta a 116 milioni, superiore rispetto ai 104 milioni registrati nel quarto trimestre 2016.

Il risultato operativo netto recurring è di 52 milioni di euro, in aumento rispetto ai 44 milioni di euro del quarto trimestre 2016, dopo ammortamenti per 64 milioni di euro (60 milioni di euro nello stesso periodo del 2016).

Il risultato netto di Gruppo recurring è di 28 milioni di euro, in crescita rispetto ai 24 milioni di euro del quarto trimestre 2016, a seguito dei maggiori risultati sopra commentati e a minori oneri finanziari netti.

ERG ha chiuso il 2017 con un utile netto in crescita del 32% a 142 milioni rispetto ai 107 milioni dell’anno precedente.

“Il 2017 è stato un altro anno molto soddisfacente dal punto di vista dei risultati con l’utile netto di Gruppo pari a 142 milioni di euro, ben superiore ai 107 milioni di euro dell’anno precedente. Un anno determinante per l’evoluzione del Gruppo che, con la cessione di TotalErg e l’acquisizione di Forvei, è uscito definitivamente dal settore Oil e contestualmente ha fatto il proprio ingresso nel fotovoltaico. Il margine operativo lordo è stato di 472 milioni di Euro, superiore sia rispetto al 2016 che alla guidance al mercato di inizio anno, malgrado il 2017 sia stato un anno decisamente secco ed anche poco ventoso, caratterizzato inoltre nell’eolico dall’uscita dal meccanismo incentivante di oltre 200 megawatt. Il Consiglio di Amministrazione proporrà all’Assemblea un incremento del dividendo ordinario a 0,75 euro per azione ed un dividendo straordinario pari a 0,40 per azione, pari a circa il 20% del cash-in derivante dall’operazione di cessione di TotalErg”, ha commentato Luca Bettonte, Amministratore Delegato di ERG.

Ilmessaggero.it (Teleborsa)