Il ministro greco dell’Economia si dimette per lo scandalo dell’affitto della moglie

Share

Dimitri Papadimitriou lascia il posto dopo il caso che ha coinvolto la moglie Rania Antonopoulos, segretaria al Lavoro: ha ottenuto un’indennità per l’affitto da mille euro al mese. Ma la coppia è agiata e nel Paese in crisi questo privilegio non è andato giù.

Il ministro dell’economia della Grecia, Dimitri Papadimitriou, si è dimesso a seguito di uno scandalo che ha coinvolto sua moglie, Rania Antonopoulos, segretaria di Stato al Lavoro, che ieri era stata a sua volta costretta a dimettersi. Antonopoulos aveva ottenuto, dopo averne fatto richiesta, un’indennità per l’affitto da 1.000 euro al mese: un beneficio cui aveva diritto ma considerato inopportuno a fronte della crisi che ha attraversato il Paese e soprattutto del fatto che la coppia – entrambi sono docenti universitari a New York – è molto agiata. “Il primo ministro Alexis Tsipras – si legge in una scarna nota del governo greco diffusa stamattina – ha accettato le dimissioni del ministro dell’Economia”.
Papdimitriou era in carica da novembre 2016, mentre sua moglie faceva parte dell’esecutivo da gennaio 2015.

LaRepubblica