Il maltempo funesta il centro-nord

Share

Il maltempo sta mettendo a dura prova il centro-nord Italia. L’abbassamento delle temperature, il forte vento e soprattutto il gelo sta avendo serie rispercussioni sul traffico automobilisto, ma soprattutto su quello ferroviario con disagi per i viaggiatori. Rfi comunica che ci sono situazioni critiche in alcune regioni del Nord-Ovest. In Piemonte la circolazione è fortemente rallentata per guasto dovuto al maltempo tra Torino Lingotto e Torino Porta Nuova, in direzione Genova. Traffico sospeso anche sulla linea Savona-San Giuseppe di Cairo, così sulle linee Genova-Milano e Genova-Torino (via Mignanego) nel tratto tra Ronco e Arquata Scrivia. Disagi per linee sospese anche sulla Genova-Acqui Terme e Genova-Busalla-Arquata. Tra l’Emilia Romagna e la Toscana, invece, circolazione in progressiva ripresa sulla Bologna-Prato, ma si registrano comunque rallentamenti. Sulla linea Parma-La Spezia il traffico è sospeso tra Pontremoli e Parma con attivazione servizi sostitutivi con bus. L’ondata di maltempo sta provocando disagi anche alla circolazione stradale. In particolare in Liguria dove è chiusa la via Aurelia in corrispondenza di una frana ad Arenzano per motivi precauzionali. Il traffico è deviato sull’autostrada A10 tra Genova Voltri e Arenzano. A causa del gelicidio, problemi alla viabilita’ anche su tutte le autostrade liguri. Oltre alla A6 Savona-Torino chiusa da Savona sino a Ceva, gravi i disagi anche sui tratti dei valichi appenninici della A7 Genova-Milano (fra Busalla e Bolzaneto in direzione di Genova), sulla A26 che da Voltri (Genova) va verso Alessandria sul passo del Turchino. Rallentamenti e a tratti lunghe code anche sulle autostrade della Riviera: sulla A12 che collega Genova a Livorno e sulla A10 che collega il capoluogo ligure alla Francia. Mobilitati i vigili del fuoco, i poliziotti della polizia stradale e le pattuglie di pronto intervento delle Autostrade. Mezzi spargisale e sgombraneve dell’Anas sono operativi su diversi tratti soprattutto in Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia.
Si registra qualche disagio anche per le forti piogge in Toscana e Liguria. Nel dettaglio, in Valle d’Aosta è temporaneamente chiusa la strada statale 26 nel comune di Courmayeur, in località La Sax. Tratto chiuso anche nel comune di La Thuile a causa del rischio valanghe e nel comune di Pre’-Saint-Didier per consentire la fresatura della neve.
Provvisoriamente chiusa anche la strada statale 27 del Gran San Bernardo nel comune di Saint-Rhemy-en-Bosses a causa del rischio slavine e per la bassa visibilità. In Piemonte è chiusa la strada statale 21 della Maddalena da Argentera al confine di Stato, in provincia di Cuneo. La strada statale 25 del Moncenisio è percorribile per l’intero tratto italiano fino al confine di Stato, mentre è chiuso il proseguimento francese dell’arteria per chiusura stagionale. In Lombardia è temporaneamente chiusa la strada statale 38var (variante di Morbegno) tra Cosio Valtellino e Trivio Fuentes, in provincia di Sondrio, per le forti nevicate in corso. Chiusa anche la strada statale 38 dello Stelvio tra la localita’ Bagni Vecchi e il Passo dello Stelvio, a causa del forte vento. In Toscana, infine, è chiuso lo svincolo di Viareggio, sulla strada statale 1 Aurelia, a causa di allagamenti sulla viabilità secondaria. Numerose le allerte meteo. E’ estesa fino alle 23 di oggi
quella per vento in Sardegna diffusa ieri dalla protezione civile regionale. Sono previste mareggiate e venti fino a burrasca da sud-ovest sulle coste nord-occidentali e sulla Nurra, nel Sassarese. Le zone più colpite sono il nord e l’ovest dell’isola.  Continuano i disagi causati dal maltempo in Sicilia. Sono ancora interrotti i collegamenti con le isole minori. Siremar rende noto che, a causa del persistere delle condizioni meteorologiche avverse, le corse mattutine da Trapani per le Egadi e da Palermo per Ustica sono state annullate.

Piemonte sotto la nevicata

A Torino nevica in modo intenso. Il Comune ha mobilitato l’Amiat, che schiera 380 spartineve, 39 mezzi spargisale e 1.100 spalatori. Ma nel pomeriggio  la neve dovrebbe lasciare posto alla pioggia e quindi si dovrebbero attenuare le conseguenze della perturbazione. Ieri il Comune ha deciso la riapertura delle strade cittadine al traffico anche per gli eurodiesel 3 e 4. Situazione più difficile invece nel resto della regione e in particolare nella circolazione ferroviaria. Maxitamponamento sulla Torino-Savona. In Valsusa nevicate abbondanti nel weekend e rallentamenti alla circolazione nel rientro di ieri ma oggi non si segnalano disagi particolari sull’autostrada A32 malgrado sia segnalata neve a tratti.  Strade invece ricoperte da una patina di pioggia gelata nel Cuneese già provato dalle nevicate di inizio mese. Scuole chiuse in alcuni comuni della provincia come a Ceva e Lesegno. Chiusa anche la statale della Maddalena mentre il traforo del Tenda investito dalla neve solo sul tratto italiano resta per ora aperti. Maxitamponamento probabilmente per il ghiaccio sulla A6 Torino-Savona, nel tratto tra Mondovì e Ceva e la conseguente chiusura del tratto tra Mondovì e Altare in direzione Savona. Sulla Torino-Aosta stop ai mezzi pesanti al traforo del Monte Bianco. Tir quindi bloccati a Ivrea, e rimandati indietro. Nell’area nord della regione nevica nel Verbano anche nelle località di fondo valle e rivierasche ma nessun danno grave alla viabilità. Ha subito grossi disagi invece la circolazione ferroviaria con ritardi su diverse linee regionali. Un guasto ha bloccato un convoglio a Carmagnola. Ritardi anche sulla tratta tra Fossano e Torino Stura e sulla linea che tra Alba e Bra. Sospese per ghiaccio per alcune ore le linee Genova-Acqui Terme e Genova-Busalla-Arquata, con pochi bus sostitutivi. Quattro treni cancellati sulla linea Ivrea – Aosta. Ritardi dovuti a un guasto ad un treno anche a Torino con ripercussioni sul passante e in particolare sulla linea per Asti.
Mentre sulla Torino Bardonecchia, sei treni regionali si sono fermati a Bussoleno e i passeggeri hanno dovuto prendere l’autobus.

Share
Share