Zenith, la pubblicità web crescerà del 13% e supererà nel 2017 gli investimenti in tv

Share

Gli investimenti pubblicitari su internet cresceranno nel mondo del 13% quest’anno, fino a toccare quota 205 miliardi di dollari (192,3 miliardi di euro). Secondo i dati dell’ultima indagine Advertising Expenditure Forecasts, condotta dal centro media Zenith, la spesa online degli inserzionisti si concentrerà soprattutto sui social media e supererà per la prima volta quella pianificata sulla televisione, pari a 192 miliardi di dollari (180 miliardi di euro). Più in generale, il mercato pubblicitario globale è cresciuto a un ritmo costante del 4%-5% ogni anno, dall’inizio del decennio in corso, e, sempre secondo le ipotesi di Zenith, continuerà a farlo fino al 2019. Le previsioni per il 2017 stimano una crescita del 4,4% (rimasta invariata rispetto alle ultime previsioni, pubblicate a dicembre 2016), in lieve flessione rispetto al +4,6% del 2016. È previsto un ulteriore aumento del 4,4% nel 2018 e del 4,2% nel 2019.
Scendendo invece nel dettaglio del mercato italiano, i trend di crescita attesi per quest’anno risultano più moderati rispetto a quelli globali: dopo una chiusura 2016 al +3,7%, per il 2017 le previsioni di Advertising Forecast di Zenith, divisione guidata da Jonathan Barnard, indicano incrementi al 2,2%. Tendenza positiva che viene confermata anche per gli anni successivi: +2,4% nel 2018 e +1,8% nel 2019.
Tra i differenti mezzi di comunicazione, la televisione continuerà il suo trend positivo, anche se con una crescita più moderata rispetto a quella del 2016 (+1,6% rispetto a +5,4%). Il piccolo schermo rimane il media dominante all’interno delle pianificazioni, con un 47% di quota sul media mix complessivo. Sono in particolar modo i canali digitali delle tv a crescere, sia in termini di audience sia di investimenti pubblicitari.
Anche il digitale nel 2017 prosegue il suo trend positivo, con una crescita prevista al +7,5%, dovuta al potenziamento delle campagne video e agli investimenti sui social media. Il tutto accelerato anche dal passaggio della pianificazione al programmatic, che permette di raggiungere i consumatori in modo sempre più mirato, a giudizio di Zenith. Il mobile rimane protagonista in termini di fruizione: la connessione a internet attraverso smartphone e tablet continua ad aumentare a doppia cifra. A dicembre 2016 gli utenti unici erano 26,4 milioni, con una crescita del 17,7% rispetto all’anno precedente.
Infine buon andamento per il cinema, che chiude il 2016 con un +6,8% e prevede un incremento del 2% nel 2017. Sostanzialmente stabile la radio, mezzo per il quale ci si aspetta una chiusura del 2017 intorno all’1%, mentre decresce l’investimento sulla stampa: quotidiani e magazine saranno nel 2017 rispettivamente a -6% e -3,9%.

Italia Oggi

Share
Share