“iPhone 8, schermo Oled curvo e addio alla porta Lightning per la Usb C”

Share

Il Wall Street Journal fa intuire che l’iPhone del decimo anniversario, anche detto iPhone 8, potrebbe riservare numerose sorprese. A cominciare dal form factory per finire alla porta. Con una clamorosa retromarcia

Con il prossimo iPhone, quello del decimo anniversario, Apple potrebbe passare alla porta Usb C, abbandonando quella Lightning. Il Wall Street Journal, in un articolo in cui illustra le ultime indiscrezioni sul prossimo iPhone 8, sembra aprire la porta a questa eventualità. Il noto quotidiano scrive una frase un po’ criptica – “Usb-C port for the power cord and other peripheral devices instead of the company’s original Lightning connector” – che non chiude un’altra possibile interpretazione, ossia l’adozione dell’Usb C nel caricabatteria, sostituendo il connettore Usb A attuale. In attesa di conferme, il Wsj afferma che iPhone 8 dovrebbe avere, tra le altre cose, uno schermo Oled curvo e sarà sprovvisto del tasto Home, sostituito da un’area funzione sul touchscreen.
L‘Usb Type C è un connettore “reversibile”, ossia non ha un verso d’inserimento (come anche Lightning) e può trasportare molta energia. Inoltre, sta trovando rapida adozione tra i produttori di smartphone Android e nell’industria hi-tech in generale.
La mossa di Apple, se confermata, sembra andare contro la sua storia, da sempre legata a standard e connettori proprietari sui propri smartphone. Apple, infatti, ha adottato la porta Usb C sulla linea MacBook e poi sui MacBook Pro più recenti, ma mai su altri prodotti – va detto però che i computer non hanno mai avuto la porta Lightning.
Il connettore Lightning è apparso per la prima volta sull’iPhone 5 nel 2012, e prima ancora iPhone aveva il classico connettore a 30 pin degli iPod. Non è chiaro se l’Usb C sarà integrata solo sul modello con schermo Oled o anche sugli altri che dovrebbero rinnovare la gamma di Apple. Secondo il Wsj infatti Apple presenterà tre nuovi modelli quest’anno: un aggiornamento delle versioni attuali e un nuovo modello di fascia ancora più alta – quello Oled, appunto.

Share
Share