Ultim’ora sulla tecnologia. Stanno (forse) per arrivare le “auto volanti” di Uber

Share

Uber introdurrà un servizio di trasporto aereo on demand e garantisce che il costo di un viaggio non sarà più costoso di una corsa su un auto UberX, il sistema già attivo in decine di Paesi.

L’annuncio è stato dato a Lisbona dal Chief Product Officer della società, Jeff Holden, nel corso del Web Summit. Il nuovo servizio si chiamerà UberAIR e la società ha l’obiettivo di testarlo entro il 2020 a Los Angeles, prima dei Giochi Olimpici 2028.

Per garantirlo Uber sta sviluppando con alcuni attori industriali, tra cui Embraer, un nuovo modello di velivolo completamente elettrico, senza pilota, che volerà fino a 300 chilometri all’ora., con decollo e atterraggio verticale.

Beniamino Pagliaro, La Stampa