Savona, lo sparo manca il cinghiale: cacciatore uccide per errore cercatore di funghi

Share

È morto mentre stava cercando funghi insieme alla fidanzata nei boschi di Bardineto, in provincia di Savona. Roberto Viale, 59enne di Diano Marina, è stato ucciso per errore da un cacciatore, il 25enne Luigi Maule, che avrebbe esploso il colpo contro un cinghiale, mancandolo. Il proiettile ha raggiunto in pieno petto Viale, che si trovava a circa 70 metri di distanza.
La compagna dell’uomo ha gridato per dare l’allarme, ed è stato lo stesso cacciatore il primo a raggiungere il ferito e a tentare, inutilmente, di tamponare il sangue. Il proiettile ha raggiunto gli organi vitali e i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Il cacciatore ora è indagato per omicidio colposo. Secondo i primi rilievi dei militari si tratterebbe di una tragica fatalità: la distanza era tale che la vittima non poteva essere visibile dal cacciatore.

Il Messaggero