Arriva il Bitcoin Cash

Share

La nuova criptovaluta nasce da una scissione degli sviluppatori. ”Più sicura, stabile, veloce, facile da usare” secondo i ”miners” è frutto di una variante del codice open-source del Bitcoin considerato obsoleto

DOPO anni di ”guerra civile” dietro la monerta virtuale, arriva il Bitcoin Cash. A lanciare la nuova criptomoneta frutto di una diversa configurazione del discusso Bitcoin è la piattaforma Bitcoincash.org dove la nuova valuta è definita come il vero ”contante elettronico peer-to-peer per internet”, creata da un gruppo di ”minatori, sviluppatori e investitori” delusi dal Bitcoin e dai suoi ”limiti”.

Una vera e propria secessione, dunque, che ha portato alla creazione di una valuta virtuale completamente decentralizzata, definita BCH, che non risponde a una banca centrale e non ha bisogno di terze parti di fiducia per operare. Altra caratteristica che contraddistingue il Bitcoin Cash, frutto del superamento di un codice considerato dai creatori obsoleto, è la sicurezza:  se il ”vecchio” Bitcoin supporta blocchi fino a 1MB o 3 transazioni al secondo, il nuovo ”cash” arriva a 8MB.

Tutte caratteristiche che fanno di BCH una altcoin autonoma a tutti gli effetti, che può contare su un proprio mercato futures (al momento viene scambiata a 350,35 dollari). ”Chi è in possesso di Bitcoin avrà automaticamente Bitcoin Cash”, avvisano sul sito. Fino al momento della ”scissione”, la storia della transazioni dell’una sarà uguale a quella della criptomoneta nuova, già supportata da vari exchange.

Ma il Bitcoin Cash sta già creando confusione sui mercati e le sue prospettive sono incerte. Il suo futuro dipenderà dal supporto che riesce a conquistare da parte degli sviluppatori. Anche se Calin Culianu, sviluppatore dietro Bitcoin Cash, è ottimista: “Il blocco da 8MB ha molto più spazio ed è allettante”, ha dichiarando, intravedendo un asso nella manica che potrebbe decretare il superamento del vecchio Bitcoin.

Repubblica.it