Tavolo Delrio, taxi e Ncc. Altroconsumo: mancano i consumatori

Share

I cittadini devono diventare protagonisti: il Governo deve intervenire con nuove regole.

I consumatori hanno il diritto di partecipare al tavolo convocato da Graziano Delrio per il 28 febbraio con le associazioni dei taxi e degli Ncc (auto e noleggio con conducente), questa la richiesta di Altroconsumo inviata al ministro dei Trasporti.
L’organizzazione ritiene che sia indispensabile che i nuovi servizi proposti da soggetti innovativi e le nuove forme di mobilità sviluppate grazie ad applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche trovino nuove strade e non contrapposizioni.
“Le logiche corporative soffocano la diffusione della digital economy e le opportunità per i consumatori”, dichiara Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo. “Il Governo deve rispondere alle nuove esigenze e cogliere le potenzialità del mercato intervenendo tempestivamente con nuove regole per liberalizzare il settore trasporti”.
I muri tra la libertà di impresa e i diritti dei consumatori devono essere superati per garantire lo sviluppo economico e per favorire una nuova catena digitale del valore. Deve essere riconosciuto ai consumatori un ruolo dinamico e attivo, capace di generare sinergie virtuose nell’ecosistema digitale.

Altroconsumo