Serie A Palermo-Torino 1-3: Immobile show, successo che mancava dal ’62

Share

Partita subito in salita per il gol di Gilardino. Pari di Immobile su rigore e 2-1 con autorete di Gonzalez causata da Bruno Peres. Sorrentino viene sostituito dal giovane Alastra. I granata sprecano molto poi nella ripresa Immobile concede il bis

Torino ImmobileIl Toro sbanca il Barbera e porta a casa tre punti fondamentali per la classifica e per il morale. Un’impresa perché il successo a Palermo mancava dal 1962 (e quello esterno in questo campionato da Bergamo, il 22 novembre). Tutto merito di Ciro Immobile, protagonista assoluto della giornata. Un primo tempo pazzo con Gilardino che colpisce subito e il Toro che rimonta con Immobile su rigore e con autorete di Gonzalez (aveva battuto il suo portiere anche all’andata!) su cross di Bruno Peres. Ma quanti sprechi dei ramata, almeno due volte con Belotti, poi con lo stesso Peres non affonda i colpi. Nella ripresa ci pensa ancora Immobile con un sinistro da favola a chiudere i conti con il 3-1 finale. Ventura respira dopo aver urlato parecchio, colpa gli errori e le palle gol fallite. Magari nel gioco non sarà ancora la partita della svolta, ma il risultato è comunque confortante. Oltre all’attaccante, di rilievo la prova del portiere Padelli, decisivo in un paio di occasioni. L’ex Belotti è sfortunato e impreciso, ma quante sgroppate…
LE SCELTE – Ventura cambia sulle fasce: Zappacosta a destra e Bruno Peres scarta a sinistra; in mezzo dirige Vives, ai suoi lati Benassi e Baselli; davanti conferma per la coppia Immobile-Belotti. Il Palermo di Bosi mette Quaison e Vazquez alle spalle di Gilardino.
CHE RIMONTA – Subito Palermo in gol al 2’: Vazquez a Morganella e da qui assit per l’attaccante Gilardino che buca Padelli e suona il violino. Bruno Peres, Glik e Maksimovic infilati in serie. Moretti è bravo al 9’ a stoppare Gila in angolo. Rosanero arrembanti, granata storditi. Finalmente un lampo quando Baselli aziona Immobile che corre verso Sorrentino ma tira fuori di poco. Goldiniga resta fuori campo per un problema. Vazquez semina il panico, si beve Viuves e Zappacosta lo ferma in angolo. Entra Andelkovic al 14 per Goldaniga che non ce la fa. Ancora bravo Moretti a fermare un attacco pericoloso del Palermo. Al 18’ Immobile si invola entra in area e Morganella lo stende: rigore. Al 19’ Ciro lo realizza con freddezza all’angolino. seconda rete,, sempre dagli undici metri, da quando è tornato al Toro. Altra volata Belotti-Immobile al 23’, con tiro dell’ex rosanero incredibilmente fuori. Era l’occasione per ribaltare subito il match. Al 25’ uscita tempestiva di Sorrentino su Immobile. La gara è apertissima, in mezzo manca il filtro e così le occasioni si creano in un amen. Al 28’ Corre Belotti e sfiora il gol con tiro angolato. Al 31’ bell’invenzione di Bruno Peres a sinistra che mette dentro e Gonzalez buca il suoi portiere: Toro avanti 2-1, con merito. Il brasiliano vendica così l’autogol col Chievo. Bella parata di Padelli su Vazquez. Andelkovic fa male al suo portiere costretto a uscire al 37’. Al suo posto Alastra, all’esordio. Al 40’ giallo a Vives per gioco falloso. Giallo anche a Glik (fallo su Gila da dietro) e c’era Maksimovic fermo a terra per una botta in testa. Al 48’ da Vives a Bruno con palombella, ma il brasiliano non tira e la ripassa indietro. Era un’altra occasione per segnare. Al 50’ Padelli evita il pari su mischione, in particolare su Gila. Poi l’arbitro fischia. Il Toro è in vantaggio e ha pure sprecato molto.
CIRO BIS – Al 2’ Morganella sbaglia, Immobile vola, la dà a Benassi che però si fa mandare la conclusione in angolo da Alastra. Poteva tirare meglio. Sull’angolo Moretti ci prova, il portiere è pronto. Gran tiro di Bruno al 4’, risponde Alastra. Al 10’ strepitoso Padelli su Gilardino. Ancora Padelli di piede in anticipo su Gila. Al 134’ Molinaro per Bruno Peres. Il brasiliano non apprezza, esce e tira un calcio contro la roba a bordocampo. Altra mischia al 14’ con Chochev stoppato. Il Toro soffre il forcing del Palermo. Ventura urla e gesticola furibondo per i tanti errori. Ecco Van Benassen che al 17’ viene fermato in angolo da Alastra. Al 18’ cross di Immobile e Glik non centra la porta. Il Toro non è un gran spettacolo e la faccia del presidente Cairo è tutta un programma. Ma conta vincere, ovvio. Al 21’ è sempre Alastra a fermare Immobile che si mangia il 3-1 (azione Benassi-Belotti). Al 24’ però Ciro si scatena e realizza il terzo gol granata con un sinistro grandioso che fa fuori Gonzalez e Alastra. Strepitoso Immobile. Al 25’ Gaston Silva per Zappacosta (Molinaro passa destra, l’uruguaiano a sinistra). Sinistro di Vazquez e Padelli la manda in angolo al 26’. Che partita pazza. Immobile ci riprova, questa volta è fermato. Esce Hiljemark al 31’ ecco Trajkovski. Al 37’ Martinez per Immobile. Belotti cerca il gol dell’ex ma spara alto. Sprazzi di rosanero, mentre i granata stringono i denti per portare a casa il risultato pieno. E con il successo torna anche il sorriso.

di Elvira Erbì “TuttoSport”

Share
Share