Cina, l’industria manifatturiera continua a perdere colpi

Share

ostatGiungono ancora segnali negativi dalla Cina, con il settore manifatturiero in calo per il quattordicesimo mese di fila a causa della debolezza della domanda interna. Ad aprile il Purchasing Managers Index (PMI) elaborato da Caixin Media e Markit è sceso ancora, portandosi a 49,4 punti rispetto ai 49,7 punti di marzo. Il dato è peggiore delle attese degli analisti che stimavano una ripresa a 49,9 punti. Da rilevare che 50 è il livello che separa la contrazione dall’espansione e che l’indice si trova sotto tale soglia da marzo 2015. “Tutte le categorie del manifatturiero hanno segnalato un peggioramento”, ha commentato He Fan, capo economista presso Caixin Insight, aggiungendo che “le fluttuazioni indicano che all’economia manca una solida base” e che il governo deve mantenere una stretta vigilanza sul rischio di un ulteriore rallentamento economico”. Diverso il quadro dipinto dall’Ufficio di Statistica cinese, che domenica scorsa ha evidenziato un ampliamento dell’attività per il secondo mese consecutivo.

Il Messaggero, Teleborsa