Periodici tedeschi pasticcioni. Le riviste perdono lettorato, in aumento solo le specializzate, che però perdono copie

Share

Un magazine di giochi avrebbe ben 26 lettori a copia

Der SpiegelPerdono lettori le riviste tedesche, nurse in aumento solo le testate specializzate che, per paradosso, però perdono copie. I dati vengono comunicati dal sito online Meedia (controllato dall’Handelsblatt) che ammette di non riuscire a spiegare la contraddizione. In parità assoluta il calo dei due grandi rivali, i settimanali Spiegel e Focus che perdono il 4,1%, ma il primo può vantare 5 milioni e 860 mila lettori, il secondo (gruppo Burda) circa 4 milioni. Poco di più perde Bunte, sempre di Burda, ma di caratteristiche simili a quelle del nostro Oggi, che con 3 milioni e mezzo di lettori registra una perdita del 4,6%. Più forte il calo di Geo, meno il 6,6% con 2 milioni e 960 mila lettori. Die Zeit, il settimanale diretto dall’italiano con doppio passaporto Giovanni Di Lorenzo, perde il 2,4% ma si attesta su un milione e 600 mila lettori, non pochi per una rivista considerata di élite, che continua a uscire con il formato del nostro vecchio Espresso. Il settimanale Stern rimane perfettamente immobile, 6 milioni 520 mila lettori, né uno in più né uno in meno rispetto al 2014. Scendono insieme tutti e tre i domenicali dei grandi quotidiani: la popolare Bild am Sonntag, che ha il bacino più vasto con 8 milioni e 390 mila lettori, accusa una perdita del 3,1%; la Welt am Sonntag, sempre del gruppo Springer come la Bild, perde il 2,4% e conserva 910 mila lettori; la Frankfurter Allgemeine am Sonntag è la meno diffusa, con 770 mila lettori, e perde di meno in percentuale, l’1,3.
A guadagnare sono le tre pubblicazioni automobilistiche. Auto Bild guadagna 230 mila lettori, e giunge a quota 3 milioni e 130 mila con un incremento del 7,9%; Auto Motor ne guadagna 180 mila, giunge a 2 milioni e 270 mila lettori, con un incremento dell’8,6%; ma la performance sorprendente e inspiegabile è quella di Auto Test che aumenta di 210 mila lettori con un incremento del 46,7% a quota 660 mila. Un successo senza spiegazioni, ammette Meedia. Ancora più strani i dati della rivista specializzata Computer Bild Spiele, pubblicazione di giochi elettronici, che guadagna 60 mila lettori, rispetto al milione e mezzo dell’anno precedente, pur vendendo appena 60 mila e 104 copie di media, con una perdita del 30%. Meedia registra il dato ma si chiede come sia possibile che ogni copia sia letta da 26 lettori.

  di da Berlino Roberto Giardina “Italia Oggi”