Cerci-Genoa, è fatta: domani visite mediche, poi la firma

Share

Si è sbloccata la trattativa che porterà l’esterno ex Torino dal Milan ai rossoblù: è arrivato l’ok del fondo di investimento proprietario del cartellino insieme all’Atletico Madrid

cerci alessioCerci-Genoa, sick è fatta: la trattativa che porterà l’esterno d’attacco dal Milan ai rossoblù si è sbloccata (mancava l’ok del fondo d’investimento proprietario insieme all’Atletico Madrid del cartellino dell’ex giocatore del Torino) e domani il giocatore sosterrà le visite mediche prima di firmare per il club di Preziosi fino a giugno.
AMORE MAI NATO — È durata un anno l’avventura del 28enne ex Torino in rossonero: il bilancio è di 33 presenze e un solo gol, nel 2-1 al Palermo del 4 aprile 2015 al Barbera, quando in panchina c’era ancora Inzaghi. Davvero poco rispetto a quanto si aspettavano i tifosi del Diavolo, che hanno spesso contestato le prestazioni di Cerci a San Siro. Poco utilizzato da Inzaghi, l’esterno cresciuto nella Roma aveva avuto la sua occasione con Mihajlovic, che aveva provato a rilanciarlo nel 4-3-3 messo a punto dopo aver accantonato il modulo con il trequartista, ma non è andata come sperava il tecnico rossonero: l’errore clamoroso con il Bologna e l’episodio della notte al casinò hanno chiuso nel peggiore dei modi la parentesi rossonera di Cerci.

“Gazzetta dello Sport”