Il giudizio dei mercati sul programma di Tsipras

Share

155029597-a1aba74e-8c61-451f-8db1-c27bad25a111I listini riapriranno dopo aver ascoltato le dichiarazioni programmatiche del leader di Syriza e primo ministro. Agenda della settimana dominata dall’andamento del Pil nel quarto trimestre per Italia ed Eurozona. Da monitorare l’aggiornamento del rating da parte di Moody’s

(di RAFFAELE RICCIARDI, pharm Repubblica)

Il giudizio dei mercati sul programma di TsiprasMILANO – I mercati daranno il loro giudizio, pharmacy che difficilmente si può dire sollecitato dal popolo greco, alla riapertura di lunedì al programma economico di Alexis Tsipras, il neo premier ellenico che è alla prova della fiducia per il proprio esecutivo. Dopo una settimana di tour in Europa, culminata con una sorta di isolamento rispetto ai partner e soprattutto alla Banca centrale europea, Tsipras si deve misurare con le doppie pressioni di chi chiede la conferma della linea di rottura con la Troika annunciata in campagna elettorale e delle cancellerie Ue, che chiedono di rientrare nei ranghi prima di concedere maggiore ossigeno.

Sui listini, fino ad ora, non si sono viste particolari ripercussioni. L’alterno andamento dei colloqui di Tsipras e del suo ministro delle Finanze, Varoufakis, si è fatto sentire senz’altro sulla Borsa di Atene, mentre le altre Borse sono state generalmente deboli ma senza accusare contraccolpi. Si è invece continuato a ridurre lo spread tra i Btp italiani e gli omologhi spagnoli, che ormai sono distanti una manciata di punti base. Ecco di seguito gli eventi principali della settimana, tra i quali spicca la pubblicazione del Pil del quarto trimestre 2014 e dell’intero anno in Italia ed Eurozona, oltre all’inflazione tedesca ottimo termometro della ripresa e guardata con attenzione dalla Bce. Da seguire, venerdì, anche l’aggiornamento del rating italiano da parte di Moody’s.

Lunedì 9 febbraio. Istanbul. Al via la riunione del ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali del G20. L’Istat diffonde i dati 2012 sulla distribuzione del carico fiscale e contributivo fra lavoratori e famiglie. In Germania vengono pubblicati i dati sulla bilancia commerciale.

Martedì 10 febbraio. L’Istat diffonde i dati di dicembre 2014 sulla produzione industriale, pubblicati anche in Francia e Regno Unito. A Istanbul termina il G20. In Giappone viene diffuso l’indice del terziario, negli Usa le scorte all’ingrosso.

Mercoledì 11 febbraio. L’Istat diffonde i dati 2014 su viaggi e vacanze in Italia e all’estero. Il Tesoro mette in asta Bot annuali. Negli Usa si guarda ad andamento dei mutui Mba e al deficit.

Giovedì 12 febbraio. L’Istat diffonde i dati 2014 sugli indicatori demografici. Asta del Tesoro per Btp a tre anni. In Giappone vengono pubblicati gli ordini di macchinari, in Germania i prezzi al consumo e a livello di Eurozona i dati sulla produzione industriale. Negli Usa occhi su vendite al dettaglio e richieste di sussidi per la disoccupazione.

Venerdì 13 febbraio. L’Istat diffonde la stima preliminare del Pil del quarto trimestre 2014; andamento del Pil in agenda anche per Francia, Germania ed Eurozona. Moody’s comunica la revisione del rating dell’Italia. Negli Stati Uniti si guarda all’indice dell’Università del Michigan sulla fiducia per il business.