Trieste, insegnante arrestato per molestie a studentessa

Share

A scuola, dopo essersi offerto come “modello” per il corso di parrucchiera, dapprima ha fatto apprezzamenti sull’aspetto fisico della studentessa appena diciottenne, poi sono cominciati commenti pesanti a sfondo sessuale e infine i palpeggiamenti nelle parti intime. Per questa ragione un insegnante di scuola secondaria di primo grado, di 60 anni, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata, dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Trieste che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, che ha accolto una richiesta della Procura. Le indagini sono state avviate alla fine di gennaio in seguito alla denuncia di violenza presentata dalla giovane studentessa, la quale frequenta un corso per parrucchiera in un istituto professionale del capoluogo giuliano. Ai militari in quella occasione la ragazza ha parlato delle molestie subite cominciate quando l’insegnante sessantenne si era offerto come «modello» nell’ambito di una esercitazione di taglio maschile. Durante la prova l’uomo aveva iniziato a farle apprezzamenti, subito dopo degenerati. I carabinieri hanno raccolto riscontri in merito alle accuse della ragazza accertando le reali responsabilità dell’insegnante. A suo carico, dunque, è stato ipotizzato il reato di violenza sessuale, aggravata dall’aver commesso il fatto all’interno dell’istituto di formazione frequentato dalla studentessa. L’insegnante ha ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il Messaggero

Share
Share