Prysmian Group collabora con National Grid per il potenziamento della rete elettrica Britannica

Share

Prysmian Group, nella foto l’a. d. Valerio Battista, leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, conferma il proprio sostegno al processo di ammodernamento della rete elettrica del Regno Unito e annuncia di essersi aggiudicato, attraverso la propria filiale nel Regno Unito, un accordo quadro con National Grid Electricity Distribution per cavi di media tensione per un minimo di 3 anni.

Per avere accesso ad un’energia più pulita ed ecologica, sono necessarie reti ed infrastrutture più estese ed efficienti, in grado di coprire distanze maggiori e di facilitare il traffico bidirezionale dell’energia da e verso i luoghi di produzione e consumo, in modo da far fronte alle maggiori richieste di capacità dell’elettrificazione globale. Avendo il grid hardening al centro della propria strategia di ricerca e sviluppo, Prysmian ha sviluppato soluzioni che supportano la crescente esigenza di stabilità e innovazione della rete, tra cui sistemi di monitoraggio degli asset e soluzioni di potenziamento della rete.

Con questo accordo Prysmian supporterà la rete elettrica del Regno Unito nella sua capacità di distribuire più elettricità in futuro, come elemento chiave per la transizione energetica. I cavi a media tensione saranno forniti principalmente dallo stabilimento produttivo del Gruppo a Wrexham, nel Galles del Nord, e aiuteranno National Grid ad espandere e a modernizzare la rete per sostenere l’aumento della domanda.

“Lo sviluppo di infrastrutture di rete più affidabili e intelligenti per la trasmissione e la distribuzione dell’energia è fondamentale per l’integrazione delle energie rinnovabili”, afferma Juan Mogollon, Energy Division Executive Vice President di Prysmian Group. “L’ambizione di Prysmian è quella di agire da facilitatore per accelerare la transizione energetica, supportando lo sviluppo di reti elettriche più verdi e più intelligenti con tecnologie innovative per i cavi, garantendo prestazioni, affidabilità e sostenibilità più elevate.”

“Questa ambizione si traduce nelle nostre attività quotidiane, fornendo energia pulita dove è necessaria, e nell’innovazione per aiutare i nostri clienti ad affrontare le loro sfide e a sostenere il processo di grid hardening”, ha aggiunto Marcello Del Brenna, CEO Prysmian UK.

Prysmian è stato considerato il fornitore più forte per la produzione e la gestione logistica dei cavi di media tensione per il nuovo accordo quadro con National Grid. Le due aziende hanno costruito da molti anni una relazione strategica per la fornitura di cavi a tutti i livelli di tensione nel mercato britannico, tra cui il North Sea Link, il più lungo interconnettore elettrico sottomarino del mondo, che consente la condivisione di energia rinnovabile tra il Regno Unito e la Norvegia; il Viking Link, il primo collegamento in cavo sottomarino tra il Regno Unito e la Danimarca; IFA2, la progettazione, la produzione e l’installazione chiavi in mano di un collegamento in cavo elettrico sottomarino e terrestre per collegare Tourbe in Francia a Chilling nell’Hampshire, Regno Unito; e il Western HVDC Link, un nuovo interconnettore sottomarino ad alta tensione in corrente continua (HVDC) tra la Scozia e l’Inghilterra.