Gruppo FS, Polo Logistica: aumentano i collegamenti tra il Quadrante Europa e il Sud Italia

Share

Verona-Giovinazzo, dal 17 ottobre passano da 12 a 18 i treni merci che settimanalmente collegheranno il Quadrante Europa e il terminal pugliese, uno dei maggiori centri di smistamento logistico verso il Sud Italia. L’offerta aumenta quindi del 50%, rispondendo a una crescente domanda e al gradimento che il mercato italiano ed europeo sta esprimendo per un servizio che il Polo Logistica (Gruppo FS Italiane), guidato dall’AD Gianpiero Strisciuglio, nella foto, tramite la controllata Mercitalia Intermodal e in partnership con Lugo Terminal SpA, ha lanciato nel gennaio 2021 lungo una delle rotte più frequentate d’Italia.

L’incremento delle frequenze è stato reso possibile grazie anche alle performance tecniche e di affidabilità offerte da Mercitalia Rail, che ha sviluppato il servizio di trazione impiegando sia locomotori sia carri di ultima generazione.

Questo servizio è infatti caratterizzato dai massimi livelli prestazionali oggi consentiti dalla rete ferroviaria nazionale, con una portata di 1600 tonnellate, una lunghezza di 550 metri e una sagoma limite allineata al più alto standard europeo (P400).

Il nuovo programma di 18 treni alla settimana rappresenta un ulteriore passo verso il raggiungimento degli obiettivi previsti dal Green Deal europeo relativamente alla diminuzione dell’emissioni di CO2, garantendo il corrispettivo di trasporto annuale di circa 27.500 unità di trasporto intermodali (UTI), tra cui semirimorchi, casse mobili, tank container e container marittimi, che vengono sottratti alla strada, facendo risparmiare oltre 1.200 tonnellate di C02 l’anno.

Il Polo Logistica, tramite le sue controllate e con iniziative come questa, conferma il proprio ruolo di primo piano nel rilancio del settore del trasporto e della logistica ferroviaria come operatore di sistema.