Kolinpharma, ricavi superiori a 5,7 mln

Share

Il Consiglio di Amministrazione di KOLINPHARMA S.p.A. PMI Innovativa operante nel settore nutraceutico, quotata sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, si è riunito e ha approvato la relazione semestrale al 30 giugno 20222 . Rita Paola Petrelli, nella foto, Presidente di KOLINPHARMA, ha commentato: “Il primo semestre del 2022 si chiude con ricavi superiori a 5,7 milioni di euro, in crescita del 12% rispetto al primo semestre del 2021. Abbiamo proseguito nello sviluppo del nostro business con gli investimenti in ricerca e sviluppo e con la crescita della rete di Informatori Medico Scientifici. Pur registrando nel primo semestre una contrazione dei margini operativi legati ad un incremento dei costi commerciali per effetto della piena ripresa dell’attività di informazione medico-scientifica sul territorio da parte degli Informatori, per gli hospital meeting e per i corsi formativi di specializzazione della Kip Academy destinati ai medici infiltratori, il dato delle prescrizioni mediche di luglio e agosto in continua crescita ci lascia confidenti in un’ ulteriore crescita e nel recupero della redditività nel secondo semestre. La crescita dei volumi conseguiti si conferma non solo rispetto ai nostri risultati storici ma anche rispetto al trend del mercato italiano di riferimento”. Nel primo semestre 2022 i Ricavi si attestano a Euro 5,7 milioni, in crescita del 12% rispetto a Euro 5,1 milioni al 30 giugno 2021. In termini di breakdown si evidenzia una positiva performance di tutti i prodotti. Rispetto al confronto con il mercato, Milesax® si conferma il prodotto più venduto nel proprio segmento e Doltendix®, ad un anno dal lancio, è già nelle prime 10 posizioni (Fonte: elaborazione dati IQVIA Solutions Italy). Il numero delle prescrizioni mediche (KPI) è pari a n. 374.746, +21% rispetto a n. 309.671 del primo semestre 2021 e +29% a valori y/y. Tale incremento risulta superiore anche rispetto all’andamento del mercato italiano degli integratori che cresce del 7,9% in termini di valori e del 5,9% in termini di unità vendute nel confronto tra semestri. Il Valore della produzione si attesta a Euro 6,9 milioni con un incremento del 6% rispetto ad Euro 6,5 milioni al 30 giugno 2021. I costi per consumi mantengono la propria incidenza sul Valore della Produzione rispetto al primo semestre 2021 mentre le spese generali e i costi del personale aumentano in termini relativi rispetto al 30 giugno 2021, soprattutto per effetto dell’incremento del numero degli Informatori Medico Scientifici (IMS) che si attesta a n. 89 (n. 81 al 30 marzo 2022 e n. 87 unità al 30 giugno 2021). Per tale motivo l’EBITDA si attesta a Euro 0,7 milioni rispetto a Euro 1,1 milioni del primo semestre 2021, e mantiene una buona marginalità dell’11,4%. Il semestre si chiude con un Risultato netto di Euro -0,03 milioni rispetto a Euro 0,4 milioni al 30 giugno 2021. Tale risultato riflette la crescita del costo del personale, e principalmente del costo degli Informatori Medico Scientifici, per effetto della politica di incentivazione (aumenti di retribuzioni, introduzione di diarie, premi di produzione) che è stata perseguita, al fine di aumentare la fidelizzazione della rete commerciale, riducendo quindi il rischio di “distrazione” da parte delle aziende concorrenti; e la crescita dei costi per servizi, soprattutto in dipendenza di maggiori costi commerciali, sostenuti per la ripresa “a pieno regime”, dopo il rallentamento causa pandemia, dell’attività sul territorio degli Informatori Medico-Scientifici, con un numero maggiore di trasferte, di hospital meeting per il medico specialista e di affiancamento dell’area manager, per effetto dei corsi formativi di specializzazione per la Kip Academy destinati ai medici infiltratori. A questo si aggiunge anche l’attività di sviluppo dei mercati esteri quindi costi per consulenze strategiche, per le partecipazioni alle Fiere Internazionali di settore e di ricerche e analisi di mercato. L’Indebitamento Finanziario Netto è pari a (Euro 1,4 milioni), rispetto a (Euro 0,2 milioni) al 31 dicembre 2021. Lo stesso indicatore, influenzato dalle dinamiche giornaliere degli incassi e pagamenti, alla data del 08 luglio 2022 era pari a (Euro 123.321), quindi significativamente migliorato rispetto al dato riferito al 30 giugno 2022. Il Patrimonio netto, tenuto conto del risultato di esercizio, si attesta a Euro 8,1 milioni, sostanzialmente in linea rispetto a Euro 8,2 milioni al 31 dicembre 2021.