Celebrità e giovani attivisti si uniscono alla Conferenza delle persone di PUMA per trovare soluzioni alle sfide della sostenibilità del settore

Share

La società sportiva PUMA sarà affiancata da celebrità e giovani attivisti durante la sua “Conference of the People” di un giorno a Londra il 6 settembre, che discuterà soluzioni per alcune delle sfide di sostenibilità più urgenti dell’industria della moda, con particolare attenzione alla Gen Z.

Unendosi all’attrice, modella e attivista Cara Delevingne (in foto), la scrittrice, regista e conduttrice televisiva Reggie Yates guiderà il pubblico attraverso l’evento. Le tavole rotonde della giornata saranno guidate dalla presentatrice televisiva e medaglia paralimpica Ade Adepitan MBE, dalla giornalista di moda sostenibile Sophie Benson e dalla sustainability editor di Vogue Business Bella Webb. Le discussioni si concentreranno sui rifiuti e sui prodotti dell’aldilà, utilizzando materiali più sostenibili, gestendo l’eco-ansia, proteggendo gli ecosistemi e trovando modi per l’industria di collaborare per ottenere risultati prima.

“Nel corso degli anni ho realizzato documentari che approfondiscono la moda e la sostenibilità. La conversazione che quei film hanno scatenato è stata per lo meno stimolante”, ha detto Reggie Yates. “Adoro l’idea di partecipare a un evento in cui evidenziare le soluzioni è una priorità.”

L’obiettivo della Conferenza dei Popoli, powered by PUMA, è quello di dare voce alle giovani generazioni quando si tratta di prendere decisioni oggi che daranno forma al loro futuro. La prima discussione dell’evento si concentrerà sui rifiuti e su alcune delle soluzioni che l’industria può trovare per diventare più circolare. Ad esempio, PUMA darà un aggiornamento sul suo progetto RE:SUEDE, che mira a testare una versione biodegradabile della sneaker Suede più iconica dell’azienda.

Una discussione sui materiali indagherà su ciò che i marchi possono fare per avere un impatto ambientale positivo su larga scala utilizzando fonti più sostenibili di cotone, poliestere e altri tessuti, mentre un discorso sulla biodiversità mostrerà come la scelta di nuovi materiali innovativi possa essere parte della soluzione.

L’eco-ansia è diventata un argomento difficile per molti giovani, in mezzo a un flusso costante di rapporti negativi sullo stato dell’ambiente. Insieme a Cara Delevingne, un panel mostrerà i modi per trasformare quell’energia negativa in azione positiva. Infine, ci sarà una discussione per mostrare come l’industria della moda può unirsi per accelerare i risultati positivi per l’ambiente.

I rappresentanti della Gen Z che hanno preso parte alle discussioni includono gli influencer dello stile di vita sostenibile Monika Poppy e Izzy Manuel, co-fondatore di Flock Together, Nadeem Perera, così come i co-fondatori di Earthrise Studios, Jack Harries e Alice Aedy.