GIBUS, crescono i ricavi

Share

Il Consiglio di Amministrazione di GIBUS (GBUS:IM), il brand italiano del settore outdoor design di alta gamma, PMI Innovativa quotata su Euronext Growth Milan e fondata nel 1982, riunitosi sotto la Presidenza di Gianfranco Bellin, ha esaminato e approvato i ricavi gestionali consolidati al 30 giugno 2022, non soggetti a revisione contabile. I Ricavi sono pari a 45,5 Euro milioni, +27% rispetto a 35,8 Euro milioni al 30 giugno 2021. Il segmento Lusso High End registra ricavi pari a 20,6 Euro milioni, +32% rispetto a 15,6 Euro milioni al 30 giugno 2021 e rappresenta il 47% del totale (45% al 30 giugno 2021). In particolare, la linea Lusso High Tech (pergole bioclimatiche) rappresenta il 32% dei ricavi e registra un incremento del +34% rispetto al 30 giugno 2021, mentre la Linea Sostenibilità (zip screen) rappresenta il 14% dei ricavi ed evidenzia una crescita del +28% rispetto al 30 giugno 2021. La Linea Design (pergole, tende da sole, vetrate e complementi), che rappresenta il 51% dei ricavi, presenta una crescita del +26% rispetto al 30 giugno 2021. L’Italia registra ricavi pari a 35,3 Euro milioni, +36% rispetto a 26,0 Euro milioni al 30 giugno 2021; i ricavi realizzati all’Estero sono pari a 10,2 Euro milioni, +4% rispetto a 9,7 Euro milioni al 30 giugno 2021. Il network di GIBUS Atelier registra ricavi pari a 36,5 Euro milioni, +28% rispetto a 28,6 Euro milioni al 30 giugno 2021, con un trend in crescita sia in Italia (+34%) che all’Estero (+9%). Al 30 giugno 2022 l’iniziativa “Sconto in fattura 50%” ha raggiunto il n. di oltre 11.600 pratiche dal lancio del progetto a ottobre 2020 per un valore complessivo di fatturato retail pari a 84,2 Euro milioni. Nel primo semestre 2022 le pratiche gestite sono state più di 4.000 per un valore complessivo di fatturato retail pari a 30,2 Euro milioni, in forte incremento rispetto al primo semestre 2021 (circa 3.800 pratiche in gestione per un valore complessivo di fatturato retail pari a 26,3 Euro milioni). Si precisa che tale dato si riferisce al fatturato realizzato dai rivenditori aderenti all’iniziativa e non al fatturato realizzato dal Gruppo GIBUS. Il credito fiscale in gestione ammonta complessivamente a 42,1 Euro milioni, pari al 50% del valore degli ordini retail, di cui 33,2 Euro milioni già liquidati da GIBUS ai propri rivenditori. Alessio Bellin, nella foto, Amministratore Delegato di GIBUS: “Siamo molto soddisfatti del risultato di questo primo semestre, che conferma il trend estremamente positivo con cui si era chiuso il 2021 e che rafforza ulteriormente il percorso di crescita del gruppo nonostante il contesto macro-economico non favorevole. A trainare la crescita è soprattutto il mercato nazionale, dove GIBUS continua a riscontrare un grande successo per l’iniziativa “Sconto in fattura 50%”, più deboli ma comunque positivi sono i risultati derivanti dai mercati internazionali, dove il contesto economico sta facendo scontare un momento di rallentamento all’intero settore. Nonostante ciò siamo estremamente fiduciosi delle azioni messe in campo in particolare sui mercati dell’area DACH e su quello francese a cavallo tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022, dove i nuovi inserimenti in area commerciale all’interno delle filiali stanno portando all’acquisizione di numerosi nuovi clienti, che esprimeranno il proprio potenziale in termini di ricavi generati nel corso dei mesi a venire. La prima parte dell’anno ha visto il lancio sul mercato della famiglia di pergole bioclimatiche di ultima generazione Velvet e Sway (linea Lusso High-Tech), le prime nella gamma GIBUS con copertura a lame orientabili e impacchettabili, e che rappresentano la nuova serie top di gamma per il brand. I nuovi prodotti, presentati con un road show in Austria e Germania e poi al Salone del Mobile di Milano, hanno riscontrato grande apprezzamento da parte della clientela ma ancora non hanno espresso il proprio contributo in termini di ricavi se non in modo marginale, essendo stati i primi esemplari consegnati solo nel mese di giugno.”