Il Primo Ministro del Regno del Bahrain, Sua Altezza Reale il Principe Salman bin Hamad Al Khalifa, ha incontrato l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi

Share

Sua Altezza Reale il Principe Salman bin Hamad Al Khalifa, Primo Ministro del Bahrain, e l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi si sono incontrati ieri per discutere dell’andamento delle attività di Eni nel Paese, attualmente incentrate su produzione di gas e cattura della CO2, transizione energetica ed economia circolare. L’Amministratore Delegato di Eni ha incontrato anche il Presidente della Oil & Gas Holding Company Nogaholding, Sua Altezza lo Sceicco Nasser bin Hamad Al Khalifa, e S.E. Dr. Mohamed bin Mubarak bin Daina, Ministro del Petrolio e dell’Ambiente.

L’AD Eni, Claudio Descalzi, e il Primo Ministro Salman bin Hamad Al Khalifa hanno discusso della cooperazione volta a rafforzare la partnership nell’ambito di un quadro di sviluppo sostenibile, integrando olio e gas con rinnovabili e altre iniziative di decarbonizzazione, con focus sullo sviluppo di un progetto di Carbon Capture Usage and Storage (CCUS) in collaborazione con Nogaholding. Tale iniziativa è in linea con l’obiettivo di raggiungere zero emissioni nette, sia per Eni che per il Regno del Bahrain.

Eni e Nogaholding hanno discusso di ulteriori potenziali iniziative di cooperazione congiunta, comprese soluzioni per l’ottimizzazione della produzione nelle strutture di deep gas, bioraffinazione e biofeed.

Eni, attraverso la sua società ambientale Eni Rewind, è già partner di Nogaholding nella valutazione di opportunità di business per la gestione e la valorizzazione delle acque, suolo, discariche e rifiuti industriali sfruttando la tecnologia proprietaria e-hyrec di Eni.

Eni sta inoltre valutando opportunità onshore e offshore nel settore Upstream insieme a Tatweer Petroleum.

Eni è presente nel Regno del Bahrain dal 2018.