Cresce il Gruppo Adam

Share

Crisi del settore metalmeccanico, pandemia e incapacità territoriale di attrarre investitori sono i principali agenti della “tempesta perfetta” che negli ultimi anni si è abbattuta sul territorio del Basso Lazio, già segnato da evidenti difficoltà nella diversificazione del tessuto imprenditoriale e nel rilancio dell’economia.
Eppure c’è speranza e viene dai giovani, dal digitale e più specificatamente dal commercio elettronico che questo territorio sta scalando importanti classifiche nazionali. Ultimo riconoscimento arriva infatti dal rapporto “E-commerce in Italia 2022 – Il cambio di passo dopo il Covid Boom” di Casaleggio Associati, che inserisce al 16° posto della categoria “Elettronica di consumo”, tra multinazionali e brand altisonanti, Gruppo Adam, società giovane del nostro territorio. Con il tipico silenzio della concretezza di una realtà di provincia, con ambizione e “testa bassa”, Gruppo Adam si sta conquistando uno spazio tra i big dell’e-commerce nazionali e internazionali. Nel 2020 l’e-commerce Offertecartucce.com si è aggiudicato due importanti riconoscimenti, il sigillo di Top Shop nella categoria “Commercio e ufficio” della classifica stilata da Repubblica e il terzo posto nella categoria “Forniture per ufficio” della classifica dei migliori 500 negozi online secondo Statista.     Negli ultimi anni infatti, complice l’iper-reazione alla Pandemia e un lungo lavoro di pianificazione e riorganizzazione strategica, l’e-commerce farm cassinate ha accelerato notevolmente sul fronte competenze siglando importanti accordi e confronti. “Siamo una giovane e piccola realtà di provincia – spiega Alfredo Di Nallo, nella foto, ceo di Gruppo Adam -, che, come ci ricordano le classifiche in cui compariamo, compete quotidianamente con giganti. Oramai sono anni che continuo a professare, sia in azienda che nelle varie occasioni di confronto con altri imprenditori, che da soli non si cresce. Terminato il 2021 con la conferma degli obiettivi che ci eravamo proposti, ho iniziato ad accelerare. Ho da subito formalizzato un accordo, per noi fondamentale, con il laboratorio di Marketing dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, aprendo un confronto con l’intero dipartimento di Economia e Giurisprudenza. Poche settimane dopo invece, abbiamo dato inizio ad un’altra collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica di UNICLAM, nello specifico con il laboratorio di Ingegneria Gestionale. Stiamo lavorando duramente per continuare a superare gli standard di servizio e di customer experience attualmente offerti sul mercato e per far nascere un commercio elettronico alternativo, che punti alla valorizzazione dei prodotti da un lato e del rapporto cliente-fornitore dall’altro”.