Terna, proseguono i lavori di ammodernamento della rete elettrica di Napoli

Share

Terna (nella foto, l’a. d. Stefano Donnarumma), la società che gestisce la rete elettrica nazionale, ha avviato le attività per la sostituzione dell’elettrodotto in cavo interrato della lunghezza di circa 5 km che collega la Cabina Primaria “Napoli Centro” con la Cabina Primaria “Doganella”.

I lavori, che avranno durata di circa 18 mesi, consistono nella sostituzione dell’esistente cavo in olio fluido con un cavo rivestito in XLPE, una tecnologia più efficiente, sicura e che necessita di minor manutenzione.

I cantieri, che riguarderanno tre municipalità della città (I, II e IV), partiranno dal parco della Marinella, per poi interessare successivamente via Cristoforo Colombo e via Nuova Marina.

Terna ha condiviso con il Comune un piano di lavoro volto a garantire la massima viabilità e ridurre le limitazioni alla circolazione nei tratti stradali coinvolti.

Al termine dei lavori, Terna adotterà misure di mitigazione per ridurre l’impatto e migliorare l’integrazione nel territorio delle opere elettriche. In particolare, si occuperà del ripristino del manto stradale.

L’intervento rientra nel piano di riassetto, attualmente in corso, della rete elettrica dell’area metropolitana di Napoli. Come previsto dall’Accordo di Collaborazione sottoscritto nel 2020 da Terna e Comune di Napoli, l’attuazione di tale piano, coordinata dal Tavolo Tecnico Permanente presieduto dallo stesso Comune, renderà più efficiente e sostenibile il servizio di trasmissione dell’energia attraverso l’ammodernamento dei collegamenti in cavo esistenti.

La razionalizzazione prevede, inoltre, la demolizione di 10 km di elettrodotti aerei a 60 kV nella città di Napoli e permetterà di liberare circa 25 ettari di territorio dall’impatto delle esistenti infrastrutture elettriche.