Cresce il Bitcoin

Share

Criptovalute in generale ripresa sui mercati americani. Il Bitcoin ha raggiunto il suo massimo in due settimane sabato, mentre tutto il comparto ha beneficiato della ripresa della propensione al rischio. La criptovaluta più grande del mondo ha raggiunto i 41.983 dollari, portando i guadagni dai minimi di giovedì a quasi il 16%, e segnando un aumento del 27% dal minimo dell’anno di  32.950 dollari il 24 gennaio. Ether, la moneta collegata alla rete blockchain di ethereum, ha scalato il livello di 3.000 dollari per la prima volta dal 21 gennaio. L’11% in più di venerdì è stato il più grande singolo guadagno di un giorno per il Bitcoin da metà giugno e il primo grande rimbalzo dopo settimane in le criptovalute sono state frenate, insieme ai titoli tecnologici e a quelli con alte potenzialità di crescita, dai timori di aumenti dei tassi della Fed più rapidi del previsto per frenare un’impennata dell’inflazione.Il rally è arrivato insieme alla ripresa del Nasdaq nonostante la forte volatilità degli utili, che vanno dalla crescita di Amazon ai i risultati deludenti di Facebook Meta Platforms Inc. “L’attuale panico e volatilità che circonda il bitcoin si basa su un malinteso fondamentale, quello di considerare le criptovalute nella stessa asset class” ha affermato Ed Hindi, chief investment officer dell’hedge fund specializzato Tyr Capital. “Quando le valutazioni sul Nasdaq cadono, gli investitori istituzionali fuorviati iniziano a liquidare le posizioni in bitcoin in blocco come se fosse un titolo tecnologico”. La ripresa delle azioni ha dato impulso ad altri cripto-asset venerdì, con la società di ‘estrazione’ Riot Blockchain che ha registrato un balzo dopo aver dichiarato che la produzione di bitcoin è più che raddoppiata a gennaio rispetto all’anno precedente. Marathon Digital Holdings è aumentata dopo aver segnalato un aumento della produzione di bitcoin, così come il mercato di criptovalute Coinbase Global, che è aumentato di oltre il 7%.