Giappone: i segreti delle antiche necropoli

Share

Necropoli e tumuli funerari datati tra il III e il VII secolo d.C, che segnano la storia antica del paese del Sole nascente.

Secondo le ricostruzioni, le tombe erano orientate verso il sole per motivazioni simboliche, legate allo status dell’Imperatore, la cui origine mitica li considerava diretti discendenti della dea Sole Amaterasu.

Le diverse tombe, a forma di serratura e chiamati Kofun, state esaminate dalle immagini satellitari degli esperti del Politecnico di Milano, nello studio pubblicato sulla rivista Remote Sensing.

Non sono state rinvenute fonti scritte nei resti delle necropoli, quelle più umili, poiché le tombe degli Imperatori, considerati semileggendari, sono tutelati dalla legge.


Tra i vari siti funerari in particolare il Daisen Kofun è orientato verso il Sole che sorge al solstizio d’inverno, sottolineando il legame tra la dinastia imperiale e la dea Amaterasu.