Intesa Sanpaolo, siglato accordo con Tgroup: il premio aziendale accresce di valore attraverso un programma di welfare dedicato

Share

 I dipendenti della Tgroup, leader per il trasporto e la logistica, nel 2022 potranno beneficiare del programma di welfare che il gruppo di Biella ha sottoscritto con Intesa Sanpaolo (nella foto, l’a. d. Carlo Messina). Una novità che punta ad accrescere il benessere personale e familiare dei collaboratori, incrementando nel contempo il valore effettivo della premialità riconosciuta dall’azienda.
Tgroup conta 34 filiali e circa 900 dipendenti. Collabora con brand nazionali e internazionali per la distribuzione e la gestione logistica, su tutto il territorio italiano ed europeo. Ѐ uno dei pochi operatori di trasporti in Italia ad aver aderito fin dal 2019 al Global Compact, iniziativa delle Nazioni Unite che promuove politiche di gestione d’impresa sostenibili, e ad aver redatto un bilancio di sostenibilità, attraverso il quale si impegna a tenere sotto controllo costantemente alcuni tra gli aspetti più importanti nella vita dell’azienda. Il rinnovamento della flotta marciante attraverso l’utilizzo di mezzi elettrici al 100%, insieme ad un’attenzione costante per la tutela del benessere dei dipendenti, sono testimonianze concrete dell’impegno di Tgroup.
Il welfare aziendale, dalla salute alla conciliazione vita-lavoro, all’assistenza dei familiari fragili, sta assumendo un ruolo sempre più importante, valorizzato e richiamato anche dal PNRR. Il programma sottoscritto da Tgroup con Intesa Sanpaolo, attraverso la Filiale imprese di Biella, comprende tutte le opzioni di scelta disponibili sulla piattaforma Welfare Hub della banca. L’accordo garantisce l’accesso a oltre 20.000 attività commerciali convenzionate e a tutte le quattro aree tematiche disponibili: casa e famiglia, salute e benessere, risparmio e tempo libero, viaggi e mobilità. Le modalità di utilizzo comprendono il rimborso per le categorie di spesa previste dalla normativa, per esempio per le spese scolastiche, il versamento, per esempio a fondi di previdenza complementare e casse sanitarie, e il voucher. Per alcune tipologie di servizi, come palestre e scuole di lingua, è possibile chiedere l’accesso a specifiche strutture di proprio gradimento, vicine al luogo di abitazione o di lavoro.
Giuseppe Terracciano, AD di Tgroup ha dichiarato: “Mai come in questo periodo, ogni attività imprenditoriale è diventata più consapevole di quale sia il ruolo e l’impatto sociale che ha sulla vita di tutti gli attori coinvolti a vario titolo nell’impresa. E in questa realtà, che giorno per giorno sembra essere sempre più sfidante, trovare gli strumenti più efficaci per garantire il benessere di chi lavora con noi, diventa un imperativo categorico al quale, grazie alla collaborazione con Intesa Sanpaolo, abbiamo trovato una risposta davvero efficace perché il benessere di tutti possa crescere in valore e sicurezza”.
Stefano Capellari, Direttore regionale Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna di Intesa Sanpaolo, ha commentato: “Si sta diffondendo una nuova cultura del welfare e il nostro obiettivo è aiutare le imprese clienti a sviluppare al meglio questa opportunità. Non solo per coglierne la convenienza economica, ma per migliorare il clima aziendale in quell’ottica ESG – Environmental, Social, Governance – che Intesa Sanpaolo sta sostenendo a tutti i livelli. La scelta di Tgroup è indicativa di una diversa sensibilità imprenditoriale nella ricerca di maggiore valore per le proprie persone. Si tratta di un segnale di attenzione molto importante, al quale siamo fieri di poter contribuire con un servizio assolutamente distintivo e la possibilità di modulare l’offerta in un’ottica di prossimità territoriale”.